Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

1421. La Cina scopre l'America
1421. La Cina scopre l'America

1421. La Cina scopre l'America

by Gavin Menzies
pubblicato da Carocci

15,55
18,30
-15 %
18,30
Disponibile ma di difficile reperibilità.
31 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Gavin Menzies propone una nuova ipotesi, basata sul ritrovamento di antiche carte nautiche, sull'analisi al computer di dati astronomici e sulla scoperta di relitti nel Mar dei Caraibi. Secondo l'ex ufficiale della Marina britannica, fu una spedizione cinese a raggiungere per la prima volta le coste americane e a compiere il primo viaggio completo intorno al mondo. Nel 1421, una flotta composta da più di cento navi, al comando del leggendario ammiraglio Zheng He, lasciò la Cina per attraversare l'Oceano Indiano, doppiare il Capo di Buona Speranza, esplorare le coste sudamericane e quelle australiane.

Dettagli

Generi Scienza e Tecnica » Geografia » Scoperte geografiche ed Esplorazioni , Ambiente e Animali » Terra e Spazio » Geografia

Editore Carocci

Collana Quality paperbacks

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2003

Pagine 428

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788843028375

Traduttore M. C. Coldagelli  -  A. Listuzzi

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
1421. La Cina scopre l'America

Anonimo - 10/12/2008 12:12

voto 4 su 5 4

10.12.2008 Ho letto recentemente il libro di Gavin Menzies: 1421 The year China discovered America (1421 l'anno che la Cina scopri' l'America). L'ho letto in inglese ed e' stato molto interessante e preciso. Essendo stato un uomo di mare sono riuscito a seguire i vari ragionamenti riguardo i vari metodi per determinare la posizione delle varie terre scoperte e la metologia usata per navigare. E' veramente un bel libro e penso che i lettori non dovrebbero lasciarsi scappare l'opportunita' di leggerlo. Mi viene da sorridere al pensiero se la Cina reclamasse dei territori americani, adducendo il fatto che a Lei si deve la peima scoperta del nuovo mondo. Ora ho anche ordinato il libro in italiano per una ulteriore ed approfondita' lettura. (Il libro ricevuto questa mattina). L'unico disappunto e' che le circa 100 pagine che raccolgono le varie precisazioni ed approfondimenti sono state raccolte nel libro anche in italiano, come appendici (all'inglese, invece di mettere parte delle varie note le a fondo pagina, come detterebbe la logica per una piu' rapida consultazione). Da notare che l'autore ha scritto un nuovo libro riguardante una visita fatta da una delegazione cinese nel 1434 alla repubblica veneziana. Ghiazza

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima