Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Salone del libro di Torino, 10 ospiti internazionali da leggere in ebook

11 maggio 2016

 

Il 12 maggio si apre a Torino l'evento più importante dell'anno per l'editoria italiana: la XXIX edizione del Salone internazionale del libro. Tanti gli eventi, tanti gli ospiti e tante le librerie presenti al Lingotto in grado di soddisfare qualsiasi desiderio libresco: in genere, si va al Salone con le borse vuote e si torna carichi di libri. Per evitare di appesantirti troppo, ti suggeriamo 10 ospiti internazionali imperdibili da ascoltare dal vivo e da leggere in ebook. Per godere appieno della densità delle loro pagine camminando leggeri per i Padigioni della fiera.

Marilynne Robinson: Lila  

Dopo Gilead (Premio Pulitzer 2005) e Casa (Orange Prize 2009), con Lila (National Book Critics Circle Award 2015) Marilynne Robinson ritorna ai suoi protagonisti e alla sua ambientazione esemplare, la sua Yoknapatawpha del Midwest, per regalarci una prospettiva nuova femminile, tormentata, forte su questo viaggio umano.

Annie Ernaux: Gli anni  

Come accade che il tempo che abbiamo vissuto diviene la nostra vita? È questo il nodo affrontato da Gli anni, romanzo autobiografico e al contempo cronaca collettiva del nostro mondo dal dopoguerra a oggi, nodo sciolto in un canto indissolubile attra ...

Wednesday Martin: Nella giungla di Park Avenue  

 «Divertente, acuto, deliziosamente crudele, Nella giungla di Park Avenue è un attacco frontale alla cultura della upper class» - The New York Times Book Review «Wednesday Martin ci ricorda che in fondo discendiamo tutti dalle scimmie» - Glamour Il libro che ha fatto imbestialire l'alta società newyorkese. Per settimane al primo posto nella classifica del New York Times. Presto un grande film prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer.

Muriel Barbery: Vita degli elfi  

 Nove anni dopo la pubblicazione del bestseller mondiale L'eleganza del riccio, Muriel Barbery sorprende con un romanzo lirico, originalissimo, sulla ricerca di ciò che è in grado di incantare in un mondo che sembra aver dimenticato l'esistenza stessa dell'incanto. Ricco di personaggi indimenticabili, Vita degli elfi è una meditazione poetica sull'arte, la natura, i sogni e il ruolo dell'immaginazione. «Muriel Barbery ha scritto un inno - e un'invocazione all'antica complicità di mani, menti e natura». Le Figaro «Vita degli elfi è al tempo stesso realistico e onirico. Il linguaggio poetico di Muriel Barbery e i suoi accattivanti personaggi faranno innamorare i lettori». 

Amitav Ghosh: Diluvio di fuoco  

<p>È il 1840 a Canton e lopera del commissario Lin, inviato dallImperatore a porre fine al contrabbando delloppio per salvare le terre del Celeste Impero, ha già mutato il volto della città. Dellantica Fanqui-town, lenclave straniera, è rimasto poco ...

Marie Kondo: 96 lezioni di felicità  

Marie Kondo vuole aiutare più gente possibile a eliminare il disordine dalle proprie case perché, si sa, la vita vera comincia solo dopo aver riordinato: il che non significa buttare via tutto indiscriminatamente, ma imparare a circondarsi di oggetti che vi trasmettono gioia. Cosa accende una scintilla di gioia in voi? Cosa, invece, vi lascia insensibili?
A forza di scegliere cosa tenere e cosa scartare, aumenterete la vostra sensibilità alla gioia. Ciò non solo vi renderà più rapidi nel riordinare, ma vi aiuterà a perfezionare il processo decisionale in ogni campo della vita. Se imparerete a prendervi cura delle vostre cose, saprete prendervi cura di voi stessi.

Jeffery Deaver: Il bacio d'acciaio  

Con un ritmo trascinante e innumerevoli colpi di scena, Il bacio d'acciaio conferma Jeffery Deaver come il maestro del thriller e della suspense. Una storia in cui, ancora una volta, il confine tra innocenza e colpevolezza si rivela labile e frammentato.

Michel Serres: Il mancino zoppo  

 Il mancino zoppo è l'eroe dell'«età dolce», la nostra, che nella riconfigurazione digitale dello spazio-tempo si lascia alle spalle la «dura» rigidità euclidea, cartesiana, metrica, abitando la dimensione utopica del possibile e recuperando il concreto attraverso il virtuale. Ma è anche il simbolo vivo di ogni lavorio della mente degno di questo nome, dalla notte dei tempi: pensare vuol dire infatti deviare dai tracciati, avanzare di traverso e un po' sghembi, rompere le simmetrie, afferrare il segreto di ciò che sarà domani con la stessa «formidabile inventiva dell'Universo in espansione». No, non c'è posto per il già formattato, secondo Serres. «Non conosco alcun metodo che abbia mai aperto la strada a qualche invenzione; né alcuna invenzione trovata con metodo». Solo di fronte al mancino zoppo, e a chi sia all'altezza del suo inesauribile estro, balenano nuovi modi di essere-nel-mondo.

Clara Sanchez: La meraviglia degli anni imperfetti  

Clara Sánchez è un'autrice da oltre un milione di copie vendute. In Spagna è l'unica ad aver vinto i tre più importanti premi letterari spagnoli: Alfaguara, Nadal e Planeta. In Italia con il suo primo libro Il profumo delle foglie di limone è da anni in classifica. I lettori e la stampa più prestigiosa la adorano. La meraviglia degli anni imperfetti è un romanzo sulla forza e il coraggio di un ragazzo che scopre come tutto intorno a lui stia cambiando. Crescere vuol dire anche accettare che non esistono verità assolute, che la vita mette sempre davanti all'imprevisto. Ma non bisogna mai perdere la voglia di sapere, di scoprire, di domandare. Anche se può far paura.

Antoine Leiris: Non avrete il mio odio  

"Non avrete il mio odio" sono le parole di Antoine Leiris che il 17 novembre 2015 - all'indomani degli attentati di Parigi e della morte della moglie al Bataclan - Facebook ha diffuso nel mondo intero.

Leiris, rimasto vedovo con un bimbo di diciassette mesi, prosegue in questo libro il «diario» di quei giorni. Le sue sono parole molto misurate - private e non politiche -, parole sobrie che travalicano l'evento in sé e che raccontano un lutto atroce, i mprovviso, il senso di perdita, il legame vitale con il figlio e i suoi timori per lui, lo smarrimento, il nuovo modo di dover guardare al mondo. È l'istantanea di un dolore, in questo sta la sua forza, quella di un uomo disarmato contro l'orrore (da qualsiasi parte provenga) eppure capace di ragionare e di esprimerlo.

torna su Torna in cima