Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

ACAB. All cops are bastards
ACAB. All cops are bastards

ACAB. All cops are bastards

by Carlo Bonini
pubblicato da Einaudi

14,02
16,50
-15 %
16,50
Disponibile a partire dal 21/08/2017.
28 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

"Acab". All cops are bastards. Il refrain di un vecchio motivo skin anni '70 diventa manifesto. Richiamo universale alla guerra nelle città, nelle strade. Michelangelo, Drago e Lo Sciatto sono tre "poliziotti bastardi" del reparto Celere di Roma. Conoscono l'odio perché ne sono oggetto quotidiano. Sono odiati e hanno imparato a odiare. Cresciuti nel culto della destra fascista, si scoprono disillusi al termine di una parabola di violenza che è la loro educazione sentimentale. I nomi e i luoghi sono veri. La loro storia è vera, e sconvolge. Acab propone un paesaggio metropolitano disperato e senza orizzonte. Che puzza di lacrimogeni, sudore, benzina, sangue.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Storie vere , Storia e Biografie » Storie vere , Politica e Società » Politica e Istituzioni » Propaganda, controllo politico e libertà » Problemi e Processi sociali » Violenza nella società

Editore Einaudi

Collana Stile libero Einaudi. Big

Formato Brossura

Pubblicato 15/01/2009

Pagine 191

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788806194697

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
ACAB. All cops are bastards

Anonimo - 01/09/2009 02:43

voto 3 su 5 3

L'autore premette al testo la seguente nota: "Questa è una storia vera. Non una verità definitiva. E' una storia narrata attraverso la scrupolosa raccolta di documenti, atti processuali e testimonianze dirette di chi ne è stato partecipe, disponibili al momento della stesura". Oserei dire che è quasi una specificazione superflua, leggendo il testo si capisce subito che si tratta di un materiale vivo ed ancora bollente. 16 capitoli in tutto, una carrellata di notizia e fatti che hanno coinvolto, per motivi ed in misura diversa, agenti della Polizia di Stato. Ritmo avvincente, frasi e frasario molto ben selezionato, che riesce ad illuminare i problemi con i quali devono confrontarsi gli agenti ogni giorno, nell'ignoranza ed indifferenza dei cittadini. L'unico limite di questo libro è il fatto di essere un libro: il mezzo più adeguato per il materiale, i contenuti, le scene sarebbe stata la televisione. Tra l'altro, per il ricorso ad i dialoghi, il taglio delle scene e le descrizioni concise è già uno script televisivo. Un'ottima base per una docu-fiction cui aggiungere pezzi di telegiornali e parti recitate da attori, per tutelare la privacy dei poliziotti che hanno espresso opinioni e raccontato vicende private. Consiglio: ideale per i ragazzi dell'ultimo anno di scuola superiore e tutti i cittadini pronti a deprecare con troppa leggerezza la violenza della Polizia. Voto 7. http://sullamiascrivania.blogspot.com/

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima