Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

All'Est del Mediterraneo
All'Est del Mediterraneo

All'Est del Mediterraneo

by Ar-Rahman Munif 'Abd
pubblicato da Jouvence

12,75
15,00
-15 %
15,00
Disponibile.
26 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Un fantomatico paese, dove i libri sono incriminati: fratello e sorella vivono, su sponde diverse, la prigionia, il silenzio, la rabbia. Le due voci, maschile e femminile, in una disperata resistenza, si affidano alla scrittura.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Jouvence

Collana Narratori arabi contemporanei

Formato Libro

Pubblicato 01/01/1993

Pagine 216

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788878012134

Traduttore M. Ruocco

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
All'Est del Mediterraneo samantha741

Samantha Rubino - 07/10/2013 17:37

voto 4 su 5 4

Appartenente alla letteratura palestinese delle prigioni, All'Est del Mediterraneo racconta, con semplicità, la difficoltà di vivere dei due protagonisti, Ragiab e Anisa, fratello e sorella, in un paese non meglio specificato "a Est del Mediterraneo" appunto, al quale non riescono ad adattarsi perché perseguitati senza un apparente motivo. Imprigionato per anni e ormai malato, Ragiab cederà alle pressioni di sua sorella, che gli chiede incessantemente di arrendersi e tornare a casa, e alle torture dei suoi carcereri senz'anima e firmerà una falsa confessione. Quella firma, apposta per uscire dal carcere e potersi curare, peserà su di lui come un macigno: gli farà provare vergogna di se stesso di fronte al ricordo della madre morta di crepa-cuore durante la sua prigionia e nemmeno l'intento principale che lo aveva portato a firmare la confessione - denunciare al mondo le condizioni inumane dei detenuti nel suo paese, in modo da aiutare i suoi compagni rimasti in prigione e vendicare quelli morti - lo solleverà dal peso della sua sconfitta nella battaglia condotta contro l'ingiustizia. L'unica azione che riesce a trovare per liberarsi della macchia al suo onore è quella di sacrificarsi per il bene di sua sorella e della sua famiglia, perseguitati a loro volta a causa del suo prolungato soggiorno in Europa. Ragiab, quindi, torna al suo paese con la certezza di morire, ma non riesce a liberare Anisa dalla sua personale prigione, domestica e sociale.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima