Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Alla fine ho deciso di vivere
Alla fine ho deciso di vivere

Alla fine ho deciso di vivere

by Jean-Louis Trintignant - André Asséo
pubblicato da Mondadori

18,00
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

L'abbiamo conosciuto con il vento tra i capelli, su una Lancia Aurelia guidata da Vittorio Gassman, nel "Sorpasso". Era bello, sorridente, felice e correva a tutta velocità verso il futuro. E invece la tragedia lo aspettava dietro l'angolo. In quel film e nella vita. Alcuni anni dopo, mentre Trintignant è sul set del "Conformista" di Bernardo Bertolucci, la scure del destino, impietosa, cala su di lui: la secondogenita Pauline muore in culla. Seguono anni duri, dolorosi, che però i grandi successi professionali in qualche modo addolciscono. Ma proprio quando la vita sembra aver compiuto il suo ciclo, l'anziano Trintignant, ormai nonno di quattro nipoti, viene colpito ancora una volta da una freccia avvelenata: sua figlia Marie muore, ammazzata di botte da suo marito, il cantante dei Noir Désir Bertrand Cantat. Un dolore così a settant'anni può essere fatale. Eppure Trintignant ancora una volta decide di vivere, di continuare a percorrere la sua strada che proprio quest'anno l'ha portato a vincere a 81 anni la palma d'oro a Cannes con il film "L'amour". In "Alla fine ho deciso di vivere" Trintignant ci racconta la sua storia, ripercorre la sua vita, quella vita che tanto gli ha dato e che forse troppo gli ha tolto.

La nostra recensione

Vincitore della Palma d'Oro all'ultimo Festiva di Cannes con Amour, Jean-Louis Trintignant non ha bisogno di altro come presentazione.
Il suo amico André Asséo, giornalista di una rubrica sul cinema alla televisione molto seguita, tutte le volte che lo andava a trovare si faceva raccontare passaggi e aneddoti della sua vita. Fino a quando un giorno gli confessa di aver scritto un libro su di lui. Ecco come è nato Alla fine ho deciso di vivere, un libro suo malgrado. Il titolo italiano pare appropriato e si riferisce alla momento più doloroso della sua vita: la morte della figlia massacrata di botte dal compagno, il musicista Bertrand Cantat.
Trintignant considerava la sua vita ormai finita. A nove anni di distanza ritiene di aver fatto la scelta migliore: ha continuato a vivere, ha fatto molte belle cose, ha fatto teatro, scritto poesie, ha vissuto momenti di grande felicità. E pensandoci ha quasi vergogna nei confronti di sua figlia, vergogna di essere stato felice perché non sa come può stare lei, cosa ci sia dopo la morte soprattutto. È stato il teatro a salvarlo, la poesia ancor di più con la sua forma concentrata: con pochissime parole si dicono tantissime cose. Qui si racconta.
Valeria Merlini

Dettagli

Generi Cinema e Spettacolo » Attori Comici Registi » Cinema » Cinema, altri titoli , Storia e Biografie » Biografie Diari e Memorie » Artisti dello spettacolo

Editore Mondadori

Formato Rilegato

Pubblicato 02/10/2012

Pagine 196

Lingua Italiano

Titolo Originale Du coté d'Uzès

Lingua Originale Francese

Isbn o codice id 9788804625339

Traduttore E. Cappellini

torna su Torna in cima