Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Appena ieri
Appena ieri

Appena ieri

by Yosef Agnon Shemuel
pubblicato da Einaudi

27,20
32,00
-15 %
32,00
Disponibile.
54 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Isacco è poco più di un ragazzo, vive con la povera famiglia in un paesino della Galizia. Sono gli anni che si affacciano sulla Grande Guerra e come molti ebrei sceglie l'avventura della Terra promessa. Ma in Palestina le difficoltà dell'inserimento sono enormi. Isacco è di famiglia contadina e vorrebbe lavorare la terra, ma i proprietari ebrei preferiscono far lavorare gli arabi, che possono pagare pochissimo. Così, all'inizio, Isacco fa letteralmente la fame. Poi, per caso, s'improvvisa imbianchino e comincia a sfangarsela, fino ad acquistare un certo benessere. S'innamora di una ragazza russa molto colta e un po' capricciosa, ma poi sposa la figlia di un rabbino... Yehoshua, Oz e Grossman ritengono Agnon il loro maestro (Oz racconta quando lo incontrò da bambino in Una storia di amore e di tenebra, Yehoshua inserisce persino la sua casa-museo nel plot di La sposa liberata). Con questo romanzo, uscito nel 1945, Agnon si dimostra capace di descrivere con straordinaria precisione le sottigliezze sentimentali, i drammi e i dubbi esistenziali dei suoi personaggi. La sua è una narrazione classica, tolstojana, dalla scrittura particolarmente inventiva, che attinge alla letteratura rabbinica e alla Bibbia, che associa al tono epico molta ironia.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Einaudi

Collana Letture Einaudi

Formato Brossura

Pubblicato 22/11/2010

Pagine 776

Lingua Italiano

Titolo Originale Tmol Shilshom

Lingua Originale Ebraico

Isbn o codice id 9788806203818

Traduttore E. Loewenthal

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Appena ieri

Anonimo - 19/01/2011 10:57

voto 5 su 5 5

E' davvero una storia particolare. Più che un romanzo è piuttosto un lungo racconto orale; sono frequenti le ripetizioni e le ricapitolazioni, l'uso della prima persona plurale, il linguaggio semplice. La formazione hassidica di Agnon è la base stessa del suo genere di linguaggio, ne costituisce il paradigma, e ricorrono continuamente, come in questo tipo di letteratura, i testi delle preghiere e dei libri ebraici. Eppure c' è qualcosa di più, molto di più. Non è tanto il contrasto tra la laica Giaffa e la pia Gerusalemme, o la differenza tra le due donne Sonia e Shifra. C'è una ironia superiore a tutto ciò. E dell' umorismo. Ed un profondo amore per la natura. E una nostalgia per la giovinezza. In alcuni momenti surreale come la materia stessa dei sogni, come il pensiero stesso. Soprattutto il silenzio del Santo, che sia benedetto."Con il farsi della notte il Santo posiziona ed accende le stelle ad una ad una. E si fa un baffo di tutto.." E altrove: "Dal momento in cui sono scesi in terra promessa i figli di Israele non hanno più visto scendere la manna". Il cane Balac è l' invenzione più bella. Balac non ama la carne fritta nel burro e conosce tutta la Torah a memoria, eppure pensa, dopo aver morso Isacco: "che strano, l' uomo è fatto di una materia speciale, eppure la sua carne non è diversa da quella degli altri animali". Come se la condizione umana sia immensamente più vicina a quella animale che alla ben più luminosa silenziosa e incommensurabilmente lontana condizione divina. Armarsi di coraggio e leggerlo.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima