Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Apprendere nelle organizzazioni. Proposte per la crescita cognitiva in età adulta
Apprendere nelle organizzazioni. Proposte per la crescita cognitiva in età adulta

Apprendere nelle organizzazioni. Proposte per la crescita cognitiva in età adulta

by Donata Fabbri Montesano - Duccio Demetrio - Silvia Gherardi
pubblicato da Carocci

Prezzo:
27,50 23,37
Risparmio:
4,13 -15 %
mondadori card 47 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo lunedì 23 gennaio.  (Scopri come).

Dettagli

Generi Famiglia Scuola e Università » Educazione, Scuola e Università » Formazione continua » Psicologia dell'educazione

Editore Carocci

Collana Università

Formato Illustrato

Pubblicato  01/01/2001

Pagine  272

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788843017812


1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Apprendere nelle organizzazioni. Proposte per la crescita cognitiva in età adulta

LAURA TUSSI - 29/10/2007 15:09

voto 5 su 5 5

IL SENSO DELL'AUTOBIOGRAFIA di LAURA TUSSI Dialogare, discutere, parlare e ricavare biografie da queste modalità comunicative e raccogliere la personale autobiografia, costituiscono un'antica forma culturale, consueta, di incoraggiamento e autoriconoscimento, svelando la natura pedagogica delle parole, quando, dai racconti, dalle storie, si impara sempre di sé, degli altri, del mondo, in eventi di pensiero. Il pensiero è l'ambito profondo dei giochi discorsivi e conversazionali, rivolgendo le attività della mente a orizzonti, possibilità, sfide, in salti cognitivi, in variazioni di mentalità, nell'emergere di immagini diverse dalla realtà: narrare e far narrare costituiscono, innanzitutto, una tecnica visionaria, in un contesto quotidiano in cui troppo spesso si disperdono il senso e l'esperienza delle modalità narrative che rappresentano la storia di uomini e donne, la storia della trasmissione di sapere. Nell'attuale crisi della narrazione e dell'oralità, si vive di suggestioni e immagini volte ad impressionare. La narrazione è una memoria in una trama da raccontare nelle intenzioni, negli scopi, nelle azioni dei protagonisti, nel significato di sequenze di storie, oltre gli stimoli, le impressioni, i segni chiusi in se stessi, suscitando emozioni, sviluppando interrogativi, pathos, enigmi, mistero. La norma analogica della narrazione presenta un valore metaforico, simbolico, mitico. Il motivo logico è la morale nell'intrinseca pedagogia che insegna, consiglia, dimostra. Il metodo autobiografico ha capacità di promuovere desideri di conoscenza e trame di storie che sappiano educare e stupire. Il senso biografico si evolve in antichi criteri narrativi dell'attività retrospettiva della mente. La memoria, il ricordo, l'evocazione, costituiscono un itinerario di indagine sulle cronologie, le stagioni della vita, i ricordi più significativi che si sviluppano nella didattica autobiografica con chiari scopi di carattere cognitivistico, dove il ricordare è produzione di racconto in una sorta di 'teleologia retrospettiva' elaborata, secreta, suturata insieme da molteplici insegnamenti. La riattivazione di abilità cognitive necessarie alla rimemorazione, conseguente al fare autobiografia, diviene rievocazione poetica, ricerca di significato, sviluppando un'intelligenza interiore e analitica che stimola un nuovo amore di sé. Laura Tussi

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima