Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Arte e anarchia

by Edgar Wind
pubblicato da Adelphi

22,95
27,00
-15 %
3x2 su migliaia di libri
27,00
3x2 su migliaia di libri
Disponibilità immediata.
46 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Nella "Repubblica" di Platone l'arte e gli artisti sono considerati un pericolo, una minaccia per l'ordine, e vengono sottoposti a censura. Al contrario, nei tempi in cui viviamo, la diffusione dell'arte cresce ogni giorno, la censura non può che sembrarci segno d'arretratezza o di barbarie; dei pericoli dell'arte non si usa parlare, e certo di fronte a essa non si prova più quel "sacro timore" di cui scriveva Platone. Il rapporto fra queste due opposte concezioni è molto ambiguo: Edgar Wind -illustre studioso d'arte e anche sottile decifratore della storia del pensiero occidentale - lo ha scelto come tema di una serie di conferenze, arricchite da un prezioso apparato di note, che ormai sono da considerare come un testo classico del pensiero sull'arte. Fin dall'inizio del libro l'autore ci fa intendere con ironia e discrezione che forse Platone sapeva meglio di noi che cos'è l'arte, e giustamente la temeva, porché i poteri dell'immaginazione sono quanto di più vicino, nell'uomo, a un fuoco trasformatore o distruttivo. L'estrema leggerezza e tranquillità con cui oggi si guarda alle opere d'arte sarebbe piuttosto una conferma di quella "morte dell'arte" annunciata da Hegel. Per un destino beffardo, che Wind ci fa ripercorrere nelle sue tappe più importanti, l'arte occidentale è diventata autonoma e sovrana proprio nel momento in cui le è stato sottratto il suo vero potere. L'arte autonoma, coperta di inutili onori, si è venuta così a trovare in una zona ornamentale, marginale, della realtà non essendole ormai riconosciuto di occuparne il temibile e fiammeggiante centro.
Questa situazione paradossale, doppia, dove ogni soluzione si rivela essere una trappola, viene indagata da Wind con precisione filologica e lucidità di argomentazione, facendo perno su alcuni passaggi decisivi nella riflessione sull'arte, dai Greci ai Romantici e alle teorie dell'avanguardia. Anche molti problemi della pratica artistica vengono trattati.

Dettagli

Generi Arte Beni culturali e Fotografia » Teoria delle arti e opere generali

Editore Adelphi

Collana Saggi. Nuova serie

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/1997

Pagine 230

Lingua Italiano

Titolo Originale Art and Anarchy

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788845912894

Traduttore J. Rodolfo Wilcock

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Arte e anarchia"

Arte e anarchia
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima