Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Attraverso il tuo corpo
Attraverso il tuo corpo

Attraverso il tuo corpo

by Alberto Bevilacqua
pubblicato da Mondadori

8,07
9,50
-15 %
9,50
Disponibile.
16 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Il narratore parte per andare a conoscere l'uomo che è stato definito "l'amante più famoso e misterioso del secolo", colui che ha ispirato il personaggio centrale di "L'amante di Lady Chatterley" dell'inglese D. H. Lawrence: Angelo Ravagli. Giovane bersagliere, l'uomo fu però anche il proprietario di Villa Bernarda, a Spotorno, dove Lawrence tramò per gettarlo tra le braccia della moglie, l'inquieta baronessa Frieda. Il narratore trascorre venti giorni con Ravagli, ormai avanti negli anni, ne conquista la fiducia, e riesce a farsi raccontare da lui la verità, finora nascosta.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Mondadori

Collana Oscar bestsellers

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/2004

Pagine 228

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804532811

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Attraverso il tuo corpo

Patrizia Boi - 11/01/2008 16:35

voto 4 su 5 4

Ho appena finito di leggere il bellissimo romanzo ''Attraverso il tuo corpo'' che mi ha riportato nel mondo di Lawrence e della sua grande capacità di interpretare la passione. Il libro è costruito come un giallo e svela lentamente gli elementi della storia. Incuriosisce, spinge a proseguire, affascina, nonostante non avvenga alcun delitto, solo un intrigo di passione, ordito da un grande scrittore per vincere l'incapacità creativa a cui lo stava conducendo l'impotenza generata dalla sua malattia. Bevilacqua manovra le emozioni che pervadono i protagonisti della storia come un profondo conoscitore dell'animo umano, dei suoi eccessi, delle sue contraddizioni, della sua complessità. Si ha quasi la sensazione che lo scrittore partecipi attivamente alla messa in scena di questo teatro della vita che ha coinvolto profondamente i tre protagonisti della vicenda in un triangolo di amore e passione, rabbia e dolore, tenerezza e pazzia. Partecipa e fa partecipare il lettore buttandolo dentro la scena per fargli toccare con mano ogni sfumatura della follia creativa che ha pervaso David nella concezione del suo piano. Giacchè, spesso, la realtà supera in fantasia l'invenzione della letteratura, ci si chiede se tutti i dettagli della storia siano veri o se, come per il personaggio di Bianca, siano frutto dell'immaginazione dell'autore. Come sosteneva Bergman nel film "Fanny e Alexander", emulando lo Strinberg del "Sogno" ''Tutto è possibile e verosimile. Lo spazio e il tempo non esistono. Su una base insignificante di realtà, l'immaginazione fila e tesse nuovi disegni''. E sicuramente solo un grande estro e una grande capacità introspettiva potevano mettere a nudo e svelare completamente le anime di questi uomini e di questa donna e l'intreccio dei loro corpi. Il poeta Bevilacqua si immerge nel delirio di David che, nelle sofferenze della malattia polmonare e negli effetti catastrofici per la sua condizione virile, trova gli ingredienti per il suo canto del Cigno, per quell'opera vituperata e censurata dalla società anglossassone degli anni '30 che lo fa vivere ancora in mezzo a noi, sempre attuale anche per lo spirito dei nostri tempi. L'autore si identifica con il grande scrittore e supera con lui la "Settima porta" per rinascere dalla morte come una Fenice alla condizione di immortalità generata dall'opera d'arte. Che sia tutto vero non è dato sapere ma come direbbe Stanislavkj ''Ci credo, quindi è vero.''

Attraverso il tuo corpo

Anonimo - 21/08/2004 15:24

voto 3 su 5 3

in sè la storia è molto coinvolgente, peccato che su Internet sono venuta a sapere del libro di Saglimbeni ''Lady Chatterley e il mulattiere'' dove si dice che non è stato Ravagli a ispirare il romanzo di Lawrence, ma il mulattiere Peppino D'Allura... e poi perchè ho letto anche che Ravagli ha negato quello che c'è scritto nel libro di Bevilacqua?

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima