Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Avene selvatiche
Avene selvatiche

Avene selvatiche

by Alessandro Preiser
pubblicato da Marsilio

15,00
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Preiser ha vissuto in parte personalmente le vicende, le aberrazioni ideologiche, gli errori e le violenze di cui racconta il suo libro, rielaborandole e reinventandole con una sobria e sofferta poesia sostanzialmente fedele alla realtà. Partecipe di quegli anni settanta sbandati e autodistruttivi, evocati spesso incisivamente nel suo romanzo, l'autore è stato chiamato a rispondere dinanzi alla legge del suo agire che talora l'ha - sia pure non gravemente - violata, ma ha anche dolorosamente patito sulla sua pelle tante disfunzioni, ritardi, negligenze, omissioni e prevaricazioni del sistema giudiziario che finiscono per costituire delle vere iniquità, lesive dei diritti dei cittadini, ognuno dei quali deve pagare le eventuali colpe commesse, ma deve essere tutelato, al pari del cittadino più virtuoso e irreprensibile, nei suoi diritti e nella sua dignità. Il suo libro - un libro assai notevole, fuori dagli schemi - prende e intriga il lettore anche a prescindere da ogni interesse umano per il destino di chi l'ha scritto. "Avene selvatiche" è un'intensa storia personale ed è, anche e soprattutto, un originale, incisivo affresco dell'Italia - in particolare di una Milano che è concentrato dell'Italia - di quegli anni labili e selvaggi. Attraverso la storia di Eurialo, il protagonista, il romanzo evoca e narra, dall'interno, quegli anni di brutalità, di sesso - violento, indifferenziato, banale e insieme struggente - di droga, di tumulti e aggressioni per le strade fra sanbabilini, rossi e Fronte della Gioventù, disordini che avvengono per lo più fra estremisti di destra e di sinistra, ma si complicano in molte altre suddivisioni e fratture, feroci, casuali ed effimere. Alessandro Preiser riesce a calare perfettamente la morale nella rappresentazione epica; il suo racconto, che non dà - non vuole, non potrebbe dare - giudizi, trasmette una conoscenza reale che è la premessa di ogni inevitabile e necessario giudizio. Fra l'altro, "Avene selvatiche" offre pure materiale e spunto per conoscere più concretamente - e dunque per valutare e giudicare - il mondo, il fondaccio movimentista di estrema destra intrecciato al 'menefreghismo' ideologico di una generazione radicalmente apolitica e mirabilmente ritratta in questa apoliticità divenuta modo di essere e di sentire, fusa con le pulsioni e inconsapevole di essere e di favorire, inevitabilmente, la peggior politica. Tutto questo, in "Avene selvatiche", non viene dichiarato esplicitamente, ma diventa linguaggio, il linguaggio di una generazione ricreato con originale invenzione linguistica, che non parla di quella realtà ma la fa parlare. (Dalla nota di Claudio Magris)

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Marsilio

Collana Farfalle

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2004

Pagine 269

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788831783712

torna su Torna in cima