Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo
Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

by Cristina De Stefano
pubblicato da Adelphi

15,30
18,00
-15 %
18,00
Disponibile.
31 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Segreta e appartata, Cristina Campo scomparve nel 1977, nel silenzio quasi generale di una società letteraria che non era ancora in grado di capirla. Oggi critici e pubblico sembrano averla riscoperta, e la sua parabola esistenziale sommessa ma decisiva impone qualcosa di più, che vada al di là dei frettolosi stereotipi. Questa biografia, ricca anche di immagini, raccoglie le poche testimonianze edite e le moltissime inedite e sorprendenti - tratte da lettere, testimonianze e dal preziosissimo e finora sconosciuto diario del padre - sulla più misteriosa delle scrittrici italiane.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Storia e Critica letteraria » Letteratura dal 1900

Editore Adelphi

Collana La collana dei casi

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2002

Pagine 222

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788845916786

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
2
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

matteo canale - 15/10/2002 08:22

voto 4 su 5 4

eroismo? non so. le pagine finali sono crude, splendide e crudeli, come le bellezza deve essere; una lama di metallo nobilissimo, ma a doppio taglio... vi si racconta di come in tutta furia Zolla e alcuni amici riempissero sacchi con i libri del professore... Cristina Campo non aveva superato quella notte... i gatti smaniavano per entrare nella sua stanza... occorreva sgomberare la casa... del resto Elémir e Cristina non erano sposati... era il dieci gennaio 1977... poi i verbali, dettagliatissimi del tribunale: una pelliccia, dei libri, i mobili... ma per le carte, infinite carte, della scrittrice nessuna attenzione... perdute... forse gettate dai trasportatori... una sua amica: vegliavamo vittoria in una stanza, ma Cristina era di là (cristina é lo pseudonimo di vittoria guerrini)... perdonerete se cito come a memoria, ché davvero mi addolora riaprire quelle pagine... cristina Campo era un animo poetico, così scrive M Praz, l'immenso anglista, che per le di lei traduzioni da Donne si entusiasmò... un animo poetico nel senso altissimo del termine... desideroso di perfezione... imperdonabile e delizioso... come non se ne sono visti mai nel novecento italiano... nella biografia é più volte citata la presenza di Zolla, anche lui scomparso quest'anno. per quel che si sa da altre fonti, qui - indubitabilmente -gli si recano dei torti immeritatio: lo si tratteggia crudele, assente durante la malattia di lei, insensibile alla dissoluzione della sua compagna, incapace di condividerne gli entusiasmi per le battaglie ultime ( una Voce, la liturgia post conciliare)... sono allusioni di cui Zolla stesso fu amareggiato a lettura ultimata del saggio... ce lo riferisce la Prof. Grazia Marchianò, sua ultima impareggiabile compagna... una mancanza di oggettività che zolla davvero non merita... non é lui il mostro del titolo!

Belinda e il Mostro. Vita segreta di Cristina Campo

Anonimo - 25/06/2002 19:43

voto 4 su 5 4

Un grazie all'Adelphi e un grazie alla giovane e coraggiosa autrice che ha saputo raccontare, grazie al suo rigore e alle belle lettere e scritti, la vita di una delle menti più limpide che l'Italia (che non merita certi figli)abbia mai conosciuto. Un libro imperdibile per chi crede che la cultura e l'amore per i libri non corrispondano ai giochi di potere e alle ottusità della politica. O alla presunzione tronfia della cultura ufficiale.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima