Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il Castello Ruffo di Scilla. Da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare
Il Castello Ruffo di Scilla. Da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare

Il Castello Ruffo di Scilla. Da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare

by Maria Fiorillo
pubblicato da Gangemi

Prezzo:
20,00 17,00
Risparmio:
3,00 -15 %
mondadori card 34 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo venerdì 31 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

Tra le tante rocche calabresi, il castello di Scilla è quello che assume un valore particolare, in quanto da Omero in poi, miti e leggende hanno fatto del luogo, punto chiave dello Stretto di Messina, un nome noto nel mondo. Acquistato nel 1533 da Paolo Ruffo Conte di Sinopoli, prende il nome da questa importante famiglia, che vi risiede fino alla caduta del feudalesimo. Anche se oggi poco vi rimane dei Ruffo, il castello, già monastero-fortezza, acquista importanza nella sua fase di residenza feudale, che dura fino agli inizi dell'800, quando viene trasformato in forte militare ed è realizzato il corpo delle batterie che modifica l'originario fronte bastionato.

Dettagli

Generi Architettura Design e Moda » Architettura e Urbanistica » Edifici residenziali

Editore Gangemi

Collana Architettura, urbanistica, ambiente

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/2004

Pagine  159

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788849205947


0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Il Castello Ruffo di Scilla. Da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare"

Il Castello Ruffo di Scilla. Da monastero-fortezza a residenza feudale a forte militare
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima