Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Cercando l'imperatore
Cercando l'imperatore

Cercando l'imperatore

by Roberto Pazzi
pubblicato da Bompiani

Prezzo:
10,00 8,50
Risparmio:
1,50 -15 %
mondadori card 17 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 28 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

Russia, estate 1918. Dopo la sanguinaria rivoluzione d'ottobre, lo Zar Nicola II e la sua famiglia sono prigionieri dei bolscevichi a Ekaterinburg, negli Urali, in attesa di conoscere il loro destino, mentre alle porte della città l'armata bianca controrivoluzionaria avanza per liberare il sovrano destituito. A molti chilometri di distanza, un reggimento scelto di fedelissimi agli ordini del principe Ypsilanti è disperso nelle terre aspre della Siberia. All'oscuro degli sviluppi della rivoluzione e tagliati fuori dai rifornimenti, i soldati marciano nella tajga in cerca del loro Imperatore.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Bompiani

Collana I grandi tascabili

Formato Tascabile

Pubblicato  13/01/2016

Pagine  191

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788845281013


1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Cercando l'imperatore gerardopassannantech

Gerardo Passannante - 21/01/2016 23:43

voto 5 su 5 5

Di questo romanzo, che lessi poco dopo la sua prima apparizione, conservavo la confusa memoria di un impronta tolstoiana (come non pensare a Sebastopoli o ai Cosacchi?). Rileggendolo però ora che conosco meglio luniverso narrativo dellautore, pur senza scartare quel grande modello, mi accorgo di quanto di pazziano ci fosse già. Si tratta di una ricostruzione su cui soffia un costante spirito lirico, che persino sulle descrizioni materiali getta un riservato raggio di poesia. Ora so quanto il mondo fantastico di Pazzi e la sua capacità di rivisitare la Storia per reinventarla erano già presenti in questa prima prova narrativa: compresa la sua immediata empatia verso i perdenti (si trattasse pure di un autocrate imbelle), che gli permette di svelarne lumanità, al di sotto della maschera del potere, e suscita nel lettore un senso di commossa pietà.Non diversamente accade con laltro testardo idealista, il colonnello Ypsilanti, che alla guida del suo mitico reggimento insegue limperatore, fedele fino in fondo al suo dovere. Anche lui, a sua volta prigioniero di un sogno che fa acqua da tutte le parti, muore, al pari di Nicola, senza altra ragione se non quella di cozzare contro gli scarti brutali di una Storia che volge altrove. Una Storia che invece, consapevolmente e sovranamente, beffeggia la granduchessa Tatiana, nel sorprendente finale, col suo inverosimile ma pietosissimo atto damore.Ben tratteggiati anche i personaggi minori, quasi tutti indizi o spie del cupo dramma che trapela persino dai loro dialoghi spensierati o grotteschi, e in cui, tra sciocche credenze e allucinate azioni, la morte filtra la sua onnipresente opera di dissolvimento. Con una differenza, però: che se la famiglia Romanov esce di scena riscattata dalla narrazione, non lo stesso può dirsi dei suoi giustizieri e esecutori, ottusamente sicuri di incarnare il senso di una Storia che si incaricherà di smentirne le menzogne. Grande privilegio dellarte! E gran bel libro! Da leggere!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima