Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Che cos'è la tradizione
Che cos'è la tradizione

Che cos'è la tradizione

by Elémire Zolla
pubblicato da Adelphi

Prezzo:
18,00 15,30
Risparmio:
2,70 -15 %
mondadori card 31 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 28 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

Sappiamo che una delle 'betes noires' del Sessantotto era la parola 'autorità'. Ma la parola 'autorità' ha senso unicamente se connessa a 'tradizione'. E che cos'è la tradizione? Solo René Guénon è riuscito a restituire al termine il suo senso pieno, di conoscenza primordiale a cui dobbiamo in qualche modo ricongiungerci se vogliamo avere nozione di ciò che è. Ed è questo il punto di partenza del presente volume, che Zolla pubblicò nel 1971 quasi come gesto provocatorio veso un mondo che andava in opposta direzione. Il tempo lo ha confortato: oggi i temi del libro sono più vivi che mai (basta scorrere i titoli delle parti: "Civiltà della critica, civiltà del commento"; "L'odio della contemplazione"; "La città perfetta"; "Che cos'è il satanismo"; "Che cos'è il potere"), e la radicale polemica legata al momento storico ha assunto un prezioso sapore retrospettivo.

Dettagli

Generi Religioni e Spiritualità » Fede, politica e società » Religione, argomenti generali

Editore Adelphi

Collana Piccola biblioteca Adelphi

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/1998

Pagine  370

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788845913464


1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Che cos'è la tradizione felice.derosa

Felice De Rosa - 29/10/2013 17:56

voto 5 su 5 5

Questo libro, che lessi quindici anni fa e che determinò in me un nuovo modo di vedere le cose, espande delle tematiche che Zolla accenna in precedenti lavori, il primo che mi viene in mente, l'importante 'Eclissi dell'Intellettuale. Questo libro, perfetto nella sua stesura e nel procedere con fare incalzante, offre una possibilità. Una possibilità che è insita in ognuno di noi, quella dimensione eterna e contemplativa che ha mosso il mondo e popoli, diversi tra loro, per millenni. Offre uno strumento per difendersi dai falsi miti moderni e dalle fandonie che questa modernità, appiattita sul brutto e che paga dazio allo squallore tecnico, attraverso un diabolico sradicamento, ha reso l'Uomo un mero tassello per un puzzle che vuole ritrarre un mondo senza più dignità, bellezza, valori, ordine e tutte quelle propensioni 'naturali' pre-politiche. Da segnalare il capitolo 'Che cosa potrebbe essere un nuovo Illuminismo', nel quale il Zolla di allora snocciola tutte le ipotesi, avallate dalla sua mente lucidissima e profetica, che, di fatto, stiamo vivendo ora. Un vero pensatore è colui che riesce a capire come andranno le cose. Zolla, con quest'opera di inestimabile valore, ci è riuscito. Non solo ci è riuscito, ma ha fornito anche tutti noi dell'antidoto diretto a sconfiggere la malattia che oggi ci attanaglia e che, attraverso il conformismo, ci distrugge. Sta a noi scegliere: o abbracciamo questa nefasta modernità, così come la conosciamo, a nostro rischio e pericolo, oppure tornare a quella dimensione che ha nutrito l'UOMO. Questo libro spiega questa dimensione.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima