Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Come il cristianesimo ha trasformato il libro
Come il cristianesimo ha trasformato il libro

Come il cristianesimo ha trasformato il libro

by Megan Williams - Anthony Grafton
pubblicato da Carocci

24,65
29,00
-15 %
29,00
Disponibile.
49 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Durante i primi tre secoli dell'era cristiana, sulla spinta delle nuove esigenze di studio e di esegesi dei testi biblici e patristici, si assistette a un graduale passaggio dal rotolo papiraceo al codice e, di conseguenza, alla definizione di quella che sarà la forma del libro. Una forma destinata a rimanere sostanzialmente invariata fino ai nostri giorni, anche dopo l'avvento verso la metà del Quattrocento della stampa a caratteri mobili. Questa trasformazione fu opera in particolare di due eruditi cristiani, Origene e il suo allievo Eusebio, attivi nella provincia romana di Cesarea, in Palestina. Pur rielaborando alcuni modelli già esistenti, i due studiosi misero a punto infatti un "nuovo" tipo di supporto (il codice) e di disposizione grafica del testo (per colonne parallele) che rendeva più agevole tutta una serie di pratiche di lettura e di studio fino a quel momento impossibili sul vecchio rotolo; o almeno assai più faticose. Ripercorrendo questo momento decisivo nella storia del libro e della trasmissione della cultura, con il gusto della narrazione e dell'aneddoto propri della migliore tradizione storiografica anglosassone, Anthony Grafton e Megan Williams ci guidano alla scoperta di un mondo lontano e affascinante, animato da copisti e collezionisti, bibliotecari e bibliofili, pagani ed eretici, facendo così emergere l'inestimabile contributo che la cultura cristiana nel suo complesso ha apportato alla conservazione e alla diffusione del sapere.

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia sociale e culturale , Arte Beni culturali e Fotografia » Beni culturali » Biblioteche e archivi

Editore Carocci

Collana Saggi

Formato Brossura

Pubblicato 16/11/2011

Pagine 343

Lingua Italiano

Titolo Originale Christianity and the Transformation of the Book

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788843060894

Curatore L. Lulli  -  L. Del Corso

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Come il cristianesimo ha trasformato il libro dariob8s

Dario Bottos - 28/05/2013 08:43

voto 4 su 5 4

Al III-IV sec. d.C. si ascrive una nuova progettazione grafica del documento scritto, che riflette da una parte l'esigenza di arginare e di fissare in modo preciso la molteplicità di varianti fiorite in precedenza intorno ad un medesimo oggetto di trasmissione culturale (filosofico, religioso, storico, letterario); dall'altra, l'impulso di un nuovo spirito universalistico-cosmopolita che mira ad includere nel campo dell'indagine una molteplicità di soggetti in precedenza esclusi perché estranei all'orizzonte di interesse (popoli altri, nuovi ceti sociali). Questa molteplicità a più dimensioni richiedeva di essere rappresentata su una "pagina" complessa, in cui si confrontano sinotticamente testi, commenti, cronologie, in un nuovo empito di ricerca della verità, di confutazione dell'errore, e di sintematizzazione dello scibile entro un ordinamento predeterminato (ma suscettibile di cambiamento). Le imprese di Origene e di Eusebio di Cesarea, apparentemente remote e circoscritte alla letteratura cristiana delle origini, in realtà creano il concetto di libro quale detonatore di conoscenza e di ricerca. La partizione della pagina scritta rilancia il multi-tasking del pensiero, e la millenaria dialettica tra il tentativo di riduzione all'unità e quello di armonizzazione della diversità. Un saggio di grande interesse su uno spartiacque storico poco divulgato.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima