Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Contro i giovani. Come l'Italia sta tradendo le nuove generazioni

by Tito Boeri - Vincenzo Galasso
pubblicato da Mondadori

Prezzo:
15,00 7,50
Risparmio:
7,50 -50 %
In promo:
3x2 su migliaia di libri
mondadori card 15 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo venerdì 27 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

L'Italia è certo il paese occidentale più protettivo nei confronti dei propri figli. Siamo una delle società in cui il sostegno delle famiglie ai giovani è più forte e in cui la permanenza dei figli tra le mura della casa in cui sono nati è più lunga. Ma il risultato di questa condizione eccezionale è che proprio gli italiani, che tanto sembrano fare per i loro discendenti, sono, fra tutti i paesi sviluppati, il popolo che più sta agendo contro i giovani. È una situazione paradossale, ma è davvero così: l'amore sterminato dei genitori italiani per i propri figli non ha frenato la più massiccia redistribuzione di risorse dalla generazione dei figli a quella dei genitori di cui si abbia traccia in epoca recente. In poco più di dieci anni abbiamo raddoppiato il nostro debito pubblico e promesso pensioni molto generose, nonostante il calo della fertilità e l'allungamento della vita: su ogni giovane italiano oggi gravano 80.000 euro di debito pubblico e 250.000 euro di debito pensionistico. Lo abbiamo fatto non tanto per costruire infrastrutture, migliorare la qualità dell'istruzione o della vita nelle grandi città, ma per pagare pensioni di invalidità a volte di dubbia assegnazione, creare posti pubblici spesso inefficienti, concedere baby pensioni e generose pensioni di anzianità, cedere alle pressioni di rappresentanze di interessi specifici e di breve respiro. Insomma, pensiamo molto ai nostri figli, lottiamo per assicurare loro un buon futuro, ma non pensiamo per nulla ai figli degli altri, vale a dire ai giovani in quanto tali. Come dimostrano Tito Boeri e Vincenzo Galasso, questa combinazione di altruismo privato e di egoismo pubblico è diventata un freno molto forte alla crescita del paese e rappresenta una pesante ipoteca sul nostro futuro. E infatti l'Italia, messa a confronto con i suoi concorrenti europei, mostra di aver già iniziato a perdere slancio. Esiste una soluzione? La soluzione, secondo Boeri e Galasso, potrebbe dipendere, prima di tutto, dal coraggio dei quarantenni di oggi. Per la cosiddetta 'generazione di mezzo' è infatti arrivato il momento di prendere posizione e di imboccare la strada che porta ad alcune riforme essenziali. Riforme del mercato del lavoro, del mondo delle professioni, dei servizi, del sistema pensionistico e del welfare. Ma anche di sostegno alla maternità e a favore del merito, in ogni ambito e a ogni livello. Tutte scelte difficili, ma di certo non più rinviabili. Perché è solo prendendo una posizione a favore e non contro i giovani - di quelli che già ci sono ma anche di quelli che verranno - che il nostro paese può tornare a essere davvero grande.

Dettagli

Generi Politica e Società » Studi di Genere e gruppi sociali » Gruppi e classi sociali , Economia Diritto e Lavoro » Economia » Economia politica

Editore Mondadori

Collana Strade blu

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/2007

Pagine  158

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804571636


2 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Contro i giovani. Come l'Italia sta tradendo le nuove generazioni

Anonimo - 03/01/2008 14:48

voto 4 su 5 4

La sinistra, a caccia di busti per il Pantheon, per ora metta questo libro in biblioteca, dopo attenta lettura. Discutibili alcune soluzioni proposte, forse un po' macchinose per l'Italia di oggi, ma se ne può ( e se ne dovrebbe) parlare.

Contro i giovani. Come l'Italia sta tradendo le nuove generazioni

Anonimo - 07/12/2007 17:47

voto 5 su 5 5

Questo libro ha il pregio di affrontare i seri problemi dell'economia italiana, visti in prospettiva ed in relazione alla crescente competizione internazionale, offrendo un approccio discorsivo e tecnico al tempo stesso. Gli autori, entrambe docenti presso l'Università Bocconi, dimostrano una profonda padronanza nell'illustrare la situazione ferma e stagnante in cui l'Italia si trova da qualche anno. Un libro irrinunciabile per aprire gli occhi su un problema che riguarda tutti e del quale l'informazione si occupa siucramente meno di quanto sarebbe lecito aspettarsi. Da non perdere.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima