Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Crimini che non si possono né perdonare né punire. L'emergere di una giustizia internazionale
Crimini che non si possono né perdonare né punire. L'emergere di una giustizia internazionale

Crimini che non si possono né perdonare né punire. L'emergere di una giustizia internazionale

by Antoine Garapon
pubblicato da Il Mulino

12,75
15,00
-15 %
15,00
Disponibile.
26 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Il processo di Norimberga è stato l'ultimo atto di guerra di un conflitto mondiale o la pietra miliare di una giustizia internazionale? Dopo il processo di Tokyo e il processo Eichmann, con la fine della guerra fredda, le iniziative per sottoporre a giudizio i crimini di guerra e contro l'umanità si sono moltiplicate: Pinochet è stato portato di fronte a un tribunale inglese su istanza di un giudice spagnolo, due tribunali ad hoc sono stati creati per la ex Jugoslavia e il Ruanda e, finalmente, il 1° luglio 2002 è entrata in funzione la Corte penale internazionale dell'Aia. Seguendo una via diversa, in Sudafrica è stata istituita una Commissione per la verità e la riconciliazione nazionale e nello stesso Ruanda, accanto al tribunale penale, sono sorti dei 'tribunali di villaggio' che si rifanno ad antiche tradizioni locali. La giurisdizione penale internazionale pone problemi inediti sotto il profilo giuridico, etico e politico, che l'autore discute nel volume discostandosi sia dal 'fondamentalismo' giuridico, sia da quanti, machiavellicamente, credono nei soli rapporti di forza tra Stati. Secondo Garapon, una giustizia internazionale che non sia solo repressiva, ma anche ricostitutiva del legame sociale spezzato deve rispondere ad alcune domande di fondo: i processi guariscono le vittime? I giudici scrivono una buona storia? Che ruolo ha la giustizia nel ricostruire la pace e nell'impedire future guerre?

Dettagli

Generi Politica e Società » Guerra e difesa

Editore Il Mulino

Collana Contemporanea

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2004

Pagine 289

Lingua Italiano

Titolo Originale Des Crimes qu'on ne peut ni punir ni pardonner. Pour une justice internationale

Lingua Originale Francese

Isbn o codice id 9788815098290

Traduttore Silvia Allegrezza

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Crimini che non si possono né perdonare né punire. L'emergere di una giustizia internazionale"

Crimini che non si possono né perdonare né punire. L
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima