Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Dalla città diffusa alla città diramata
Dalla città diffusa alla città diramata

Dalla città diffusa alla città diramata


pubblicato da Franco Angeli

41,00 ----
Disponibile.
82 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Torino, città in cui si è realizzato il connubio industrializzazione-urbanizzazione, ha ospitato il convegno internazionale, nei giorni 15 e 16 novembre 2001, "Dalla città diffusa alla città diramata", dal quale è emersa una nuova forma di urbanizzazione, volta maggiormente a concentrare gli insediamenti nelle lontane perferie e ad una 'collinarizzazione' degli stessi. Le spiegazioni di queste dinamiche sono tuttora limitate e carenti, perciò è necessario porsi la domanda se la 'disseminazione urbana' degli ultimi decenni non presenterà le stesse caratteristiche dei quartieri operai delle vecchie aree industriali, 'cadaveri insepolti' di una civiltà scomparsa.

Dettagli

Generi Politica e Società » Studi di Genere e gruppi sociali » Gruppi e classi sociali » Sociologia e Antropologia » Sociologia: Opere generali

Editore Franco Angeli

Collana Sociologia urbana e rurale-Sez. 1

Formato Libro

Pubblicato 01/01/2003

Pagine 384

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788846442536

Curatore A. Detragiache

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Dalla città diffusa alla città diramata

Anonimo - 11/10/2003 22:38

voto 3 su 5 3

L'elemento principe del testo, forse a volte ripetitivo, è la valorizzazione del territorio; il porsi il problema dell'esistenza della città diffusa pone l'attenzione sulla valorizzazione delle periferie. Questo bisogno di progettare gli spazi, i luoghi che ora restano nella casualità, si indirizza verso una diramazione progettata, una situazione territoriale in cui siano riconoscibili dei principi di ordine. In vari punti viene sottolineato quanto sia inefficace la legislazione urbanistica vigente e il bisogno di alcune città di regoalamentazione, per avere linee guida da seguire. Dalla lettiura del testo emerge quanto non sia necessario creare nuovi segni sul territorio, ma lavorare per una riconoscibilità e valorizzazione di quelli esistenti.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima