Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Descrizione

Anna è partita all'alba.
Si è addentrata nel deserto marziano, da sola.
Dove sta andando?
Quale segreto nasconde?

Sono passati trent'anni dalla missione di esplorazione di Marte 'Hera', il cui equipaggio è morto in circostanze misteriose.
Questo fallimento e le problematiche politiche da esso generate hanno rallentato la NASA nella sua corsa alla conquista dello spazio, ma adesso i tempi sono maturi per una nuova missione chiamata 'Isis'. Questa volta i cinque membri dell'equipaggio non viaggeranno per oltre 400 milioni di chilometri solo per una breve visita, ma saranno destinati a diventare i primi colonizzatori del pianeta rosso.

La serie di fantascienza "Deserto rosso", ambientata in un prossimo futuro, è composta da quattro libri.
Questo primo libro, "Punto di non ritorno", è una novella (ca. 21.000 parole).

L'esobiologa svedese Anna Persson, membro dell'equipaggio dell'Isis, abbandona di nascosto alle prime luci dell'alba la Stazione Alfa e si addentra con un rover pressurizzato nel deserto marziano. Il suo sembra avere tutte le caratteristiche di un gesto suicida.
Mentre ci racconta i due giorni - tempo definito dalla sua riserva di ossigeno - del suo viaggio solitario, si sofferma a mostrarci eventi del passato precedenti alla stessa missione, muovendosi avanti e indietro nella sua memoria e svelandosi poco a poco a noi.
Qualunque essa sia, riuscirà Anna a raggiungere la sua destinazione?

La seconda puntata è "Deserto rosso - Abitanti di Marte".
La terza puntata è "Deserto rosso - Nemico invisibile".
L'ultima puntata è "Deserto rosso - Ritorno a casa".

Seguite Anna Persson (AnnaPerssonDR) su Twitter!

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Thriller e suspence , Romanzi e Letterature » Fantascienza

Editore Rita Carla Francesca Monticelli

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 16/05/2015

Lingua Italiano

EAN-13 9781476194486

4 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
4
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Deserto rosso: Punto di non ritorno stefanocarbone

Stefano Carbone - 02/02/2015 15:36

voto 5 su 5 5

Interessante serie di avventure che vanno oltre la fantascienza, trattata in maniera futuribile e reale. Coinvolgente analisi psicologica sui personaggi (narrati come fossero esseri contemporanei) ma che vivono al loro interno le contraddizioni dell'evoluzione della specie in un ambiente che un giorno inevitabilmente dovremo affrontare. Complimenti all'autrice.

Deserto rosso: Punto di non ritorno unruhe

unruhe - 13/11/2012 17:28

voto 5 su 5 5

Si legge rapidamente, mantiene la tensione viva, è molto visivo, come guardare una puntata di Lost, con flashback che ci donano la storia dei personaggi, della protagonista, in particolare, ma tutto ciò fatto con narrativa, punto di vista e psicologia della protagonista. Consigliato vivamente.

Deserto rosso: Punto di non ritorno unruhe

unruhe - 25/10/2012 23:05

voto 5 su 5 5

Il genere letterario è fantastico, cosa per cui non vado matto, certo ho visto Star Wars, Ritorno al futuro, Lost, V, Flash Forward, Fringe, ma leggere di questo genere mai, a parte, quelle poche cose scritte dal mio autore preferito, Stephen King. Il testo è piccolo, costa troppo poco (meno di un euro) per la cura e il modo in cui lo stesso si presenta. Decisamente scritto bene. Per Deserto Rosso punto di non ritorno non è stato affatto così. La storia è ottima, scorre senza problemi, con crescente curiosità. Mi riportava un po allatmosfera di Zak McKracken and the Alien Mindbenders, gioco di ruolo che ho giocato da ragazzo e al film Atto di forza, ma solo per il fatto che si parla di Marte, di questo viaggio sul pianeta rosso. Non per altro. La trama è totalmente diversa, viaggia tra dosati flash back, quasi pennellati come uno script televisivo che scorreva nella mia mente. Visuale, emotivo. Un testo che ti prende per mano e ti porta lungo il viaggio, caratterizzando i personaggi; e per il farti affacciare nella storia poco per volta. Credo che il successo di Deserto Rosso potrebbe raggiungere anche il piccolo schermo se qualcuno volesse. Di cosa parla Deserto Rosso? Anna Persson abbandona di nascosto alle prime luci dellalba la Stazione Alfa e si addentra con un rover pressurizzato nel deserto marziano, in quello che sembra avere tutte le caratteristiche di un gesto suicida. Qualunque essa sia, riuscirà Anna a raggiungere la sua destinazione? Il mio consiglio è quello di comprarlo e di leggerlo sul proprio lettore Kobo. Nelle note ho potuto apprendere che cè un grosso lavoro dietro il testo, non a caso gli autori indipendenti sono quelli che si impegnano per bene ottenendo buone possibilità, anche se poca visibilità. Un grosso in bocca al lupo in trepidante attesa delle altre tre parti.

Deserto rosso: Punto di non ritorno

Anonimo - 06/10/2012 11:51

voto 5 su 5 5

Il genere letterario è fantastico, cosa per cui non vado matto, certo ho visto Star Wars, Ritorno al futuro, Lost, V, Flash Forward, Fringe, ma leggere di questo genere mai, a parte, quelle poche cose scritte dal mio autore preferito, Stephen King. Il testo è piccolo, costa troppo poco (meno di un euro) per la cura e il modo in cui lo stesso si presenta. Decisamente scritto meglio di certi autorucoli di cui ho comprato e-book di giovani case editrici per poi ritrovarmi centinaia di refusi e storie noiose oltremodo. Per Deserto Rosso punto di non ritorno non è stato affatto così. La storia è ottima, scorre senza problemi, con crescente curiosità. Mi riportava un po allatmosfera di Zak McKracken and the Alien Mindbenders, gioco di ruolo che ho giocato da ragazzo e al film Atto di forza, ma solo per il fatto che si parla di Marte, di questo viaggio sul pianeta rosso. Non per altro. La trama è totalmente diversa, viaggia tra dosati flash back, quasi pennellati come uno script televisivo che scorreva nella mia mente. Visuale, emotivo. Un testo che ti prende per mano e ti porta lungo il viaggio, caratterizzando i personaggi; e per il farti affacciare nella storia poco per volta. Credo che il successo di Deserto Rosso potrebbe raggiungere anche il piccolo schermo se qualcuno volesse. Di cosa parla Deserto Rosso? Anna Persson abbandona di nascosto alle prime luci dellalba la Stazione Alfa e si addentra con un rover pressurizzato nel deserto marziano, in quello che sembra avere tutte le caratteristiche di un gesto suicida. Qualunque essa sia, riuscirà Anna a raggiungere la sua destinazione? Il mio consiglio è quello di comprarlo e di leggerlo sul proprio lettore e-book. Nelle note ho potuto apprendere che cè un grosso lavoro dietro il testo, non a caso gli autori indipendenti sono quelli che fanno meglio di un editore quando ci si mettono e questo è il caso di Rita Carla Francesca Monticelli. Un grosso in bocca al lupo in trepidante attesa delle altre tre parti. Le mie recensioni soffrono un po per questo modo sprizzante di complimenti, ma vi assicuro che non sono gratuite. Se scrivo delle cose è perché le penso.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima