Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Diario 1941-1943
Diario 1941-1943

Diario 1941-1943

by Etty Hillesum
pubblicato da Adelphi

Prezzo:
11,00 8,25
Risparmio:
2,75 -25 %
mondadori card 16 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo mercoledì 25 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Un "cuore pensante" testimonia la propria fine in un campo di concentramento. Accanto al Diario di Anna Frank, uno dei documenti indispensabili sulla persecuzione degli ebrei. "Se Etty insiste a ripeterci che tutto è bello, è perché un'ebraica volontà di vivere fino in fondo vuole questo in lei. Un rivestimento ideale, poetico, ricopre in lei la solida, l'irriducibile, l'intima forza ebraica" (Sergio Quinzio).

Dettagli

Generi Non definito

Editore Adelphi

Collana Gli Adelphi

Formato Tascabile

Pubblicato  01/01/1996

Pagine  260

Lingua Italiano

Titolo Originale Het verstoorde leven. Dagboek van Etty Hillesum 1941-1943

Lingua Originale Olandese

Isbn o codice id 9788845912061


Traduttore C. Passanti

Curatore J. G. Garlaandt

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Diario 1941-1943

Anonimo - 08/11/2004 13:16

voto 5 su 5 5

Consiglio a tutti questo libro per molte ragioni. Per prima cosa perchè ritengo sia una vita pilastro per quello che vogliamo imparare dalla storia sugli ebrei, e poi per il suo grande insegnamento di vita. E' un libro che mi ha emozionato profondamente, e che dovrebbero leggere tutti quelli che non apprezzano pienamente la propria vita. Etty ci insegna che devi amare la vita anche quando questa non ci dà molte ragioni per farlo, e ci dice di credere in essa, sempre, perchè forse c'è una ragione per tutto, anche quando le cose non vanno bene. Lei ha creduto che fosse meglio affrontare il suo destino direttamente, in mezzo alla sua gente, offrendosi di seguirla nei campi di concentramento, quando invece avrebbe avuto la possibilità di scappare e magari di scegliersi un'altra vita. Amare la propria vita fino in fondo. Grazie, Etty, grazie! Fly

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima