Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Diario di prigionia
Diario di prigionia

Diario di prigionia

by Giovanni Ansaldo
pubblicato da Il Mulino

26,34
30,99
-15 %
30,99
Disponibile.
53 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Il repentino cambio di alleanze dell'Italia conseguente all'armistizio dell'otto settembre 1943 trova Giovanni Ansaldo in Dalmazia, al Comando del VI Corpo d'Armata. Fino a due mesi prima il tenente colonnello Ansaldo era direttore del 'Telegrafo', il quotidiano livornese di Ciano; era uno dei giornalisti più intelligenti e capaci, ma anche più esposti, tra quanti avevano aderito al fascismo; la caduta di Mussolini, il 25 luglio, l'aveva risolto ad abbandonare l'incarico al 'Telegrafo' e a farsi richiamare. Non sarà questione che di pochi giorni: il 12 settembre è già in mano ai tedeschi, in viaggio verso la prigionia in Germania. Di quel biennio d'internamento è testimonianza questo diario, sinora inedito, che Ansaldo tenne dal gennaio 1944 fin quasi al rientro in Italia, avvenuto nel settembre 1945. Più che la cronaca di una prigionia, queste pagine sono però un documento personale; nella forzata inazione del Lager Ansaldo riflette instancabilmente sulla sua vita passata, sulle prospettive future, torna e ritorna sulla scelta di non aderire alla Repubblica di Salò, commenta il procedere della guerra e la distruzione di quell'Europa totalitaria in cui, carezzevole e accarezzato, era uso muoversi da 'principe' dei giornalisti. Scatti d'orgoglio e timori, nostalgie e rimorsi, scetticismi e speranze di depositano giorno dopo giorno sui foglietti minuscoli del diario finendo per comporre l'autoritratto spregiudicatamente sincero di uno dei più controversi 'homme de lettres' che l'Italia abbia avuto in questo secolo.

Dettagli

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Diario di prigionia"

Diario di prigionia
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima