Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Dio e il bambino e altri scritti inediti

by Maria Montessori
pubblicato da La Scuola

18,70
22,00
-15 %
3x2 su migliaia di libri
22,00
3x2 su migliaia di libri
Disponibile.
37 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Una grande pedagogista, scienziata, femminista, educatrice, pacifista: Maria Montessori è stata la donna italiana più famosa nel mondo in ambito intellettuale. La sua opera pedagogica è ancora molto studiata; il suo "metodo" è vivo e presente nelle scuole dell'infanzia di vari Paesi. Dotata di sincera e calda fede religiosa, Maria Montessori è stata apprezzata e lodata dai papi Benedetto XV e Paolo VI, anche se attorno a lei si è andata costruendo la "leggenda nera" di una Montessori laicista, naturalista, anti-cristiana, teosofa. Questo libro cerca di rileggere, con verità storica e senza preconcetti storiografici, la sua figura e la sua prospettiva pedagogica, presentando opere sull'educazione religiosa - il testo, inedito in Italia, Dio e il bambino e altri scritti, mai pubblicati e finora ignoti, degli anni Trenta - e materiali documentari che gettano nuova luce sulla biografia della Montessori, oltre ogni deformazione o leggenda.

Dettagli

Generi Psicologia e Filosofia » Filosofia: Specifiche aree » Filosofia dell'educazione , Famiglia Scuola e Università » Educazione, Scuola e Università » Filosofia e teoria dell'educazione

Editore La Scuola

Collana Maestri. Testi e profili

Formato Brossura

Pubblicato 02/10/2013

Pagine 384

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788835033264

Curatore F. De Giorgi

2 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
2
2 star
0
1 star
0
Dio e il bambino e altri scritti inediti andre.lova

Andrea Lovazzano - 11/12/2014 08:21

voto 3 su 5 3

Il libro mette in risalto il legame che relaziona il bambino allessere divino, un legame che si sottolinea come innato. La prima parte della trattazione è abbastanza scorrevole e interessante, anche se emerge come unassenza della figura divina nella vita del bambino non sia da considerarsi in qualche modo consona allo sviluppo psico-fisico dello stesso. Nella seconda parte, gli scritti inediti della pedagogista mettono in risalto larchitettura della messa, della liturgia e delle letture che si fanno. Penso che questo aspetto rivesta una limitata importanza, anche perché il figlio delluomo impara ciò che vive, quindi la religiosità dipende dallambiente di sviluppo dello stesso. E difficile essere daccordo con i contenuti perché dalla trattazione, a mio avviso, si riescono a trovare pochi elementi di valenza universale per leducazione del bambino, specialmente nella seconda parte. Viene difatti fortemente sottolineata come la religione cristiana cattolica sia da ritenersi come modello eletto per la crescita equilibrata del bambino. A mio avviso non si considera, infatti, linfluenza che altre fedi religiose hanno sulla crescita del bambino e ancora di meno, viene affrontata la discussione sui temi dellateismo e agnosticismo, che sono realtà del mondo contemporaneo, con i quali ladulto di domani si deve confrontare in modo libero e aperto.

Dio e il bambino e altri scritti inediti andre.lova

Andrea Lovazzano - 07/12/2014 10:02

voto 3 su 5 3

Il libro mette in risalto il legame che relaziona il bambino allessere divino, un legame che si sottolinea come innato. La prima parte della trattazione è abbastanza scorrevole e interessante, anche se emerge come unassenza della figura divina nella vita del bambino non sia da considerarsi in qualche modo consona allo sviluppo psico-fisico dello stesso. Nella seconda parte, gli scritti inediti della pedagogista mettono in risalto larchitettura della messa, della liturgia e delle letture che si fanno. Penso che questo aspetto rivesta una limitata importanza, anche perché il figlio delluomo impara ciò che vive, quindi la religiosità dipende dallambiente di sviluppo dello stesso. E difficile essere daccordo con i contenuti perché dalla trattazione, a mio avviso, si riescono a trovare pochi elementi di valenza universale per leducazione del bambino, specialmente nella seconda parte. Viene difatti fortemente sottolineata come la religione cristiana cattolica sia da ritenersi come modello eletto per la crescita equilibrata del bambino. Questo potrebbe essere considerato valido perlopiù nel continente europeo; diverso sarebbe invece proporre questi contenuti in altra sede, dove la fede è differente. A mio avviso non si considera, infatti, linfluenza che altre fedi religiose hanno sulla crescita del bambino e ancora di meno, viene affrontata la discussione sui temi dellateismo e agnosticismo, che sono realtà del mondo contemporaneo, con i quali ladulto di domani si deve confrontare in modo libero e aperto.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima