Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Dove non arriva la legge. Dottrine della censura nella prima età moderna
Dove non arriva la legge. Dottrine della censura nella prima età moderna

Dove non arriva la legge. Dottrine della censura nella prima età moderna

by Lucia Bianchin
pubblicato da Il Mulino

21,67
25,50
-15 %
25,50
Disponibile.
43 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Verso la fine del XVI secolo Jean Bodin, giurista francese, decide di aprire la sezione dedicata all'amministrazione dello Stato nella sua "République", l'opera in cui prende forma il moderno principio di sovranità, proprio con un capitolo sulla censura: non una censura ecclesiastica, ma secolare, che ha il suo modello nella censura morale e politica della Roma di età repubblicana. In essa il censimento, utile strumento di rilevazione delle persone e dei beni, si lega con un insieme di tecniche di controllo e di regolamentazione della società che, attraverso l'imposizione di una disciplina dei costumi, aspira a vincolare la coscienza dei soggetti. Sulla scia di Bodin altri importanti trattatisti politici del tempo, fra i quali Pierre Grégoire, Giusto Lipsio, Johannes Althusius e Johann Angelius Werdenhagen, tornano a considerare l'antico istituto romano per esaminare, con soluzioni giuridico-politiche interessanti e diverse, le prospettive di una sua restituzione in chiave moderna. In un'epoca che ha sullo sfondo le guerre di religione, la censura appare un possibile rimedio a pericolosi disordini e dilanianti divisioni interni allo Stato. Il fondamentale dato in comune fra tali dottrine rimane, in ogni caso, l'idea di uno strumento capace d'intervenire sugli abusi e sui comportamenti devianti che non sono perseguibili per le vie della giustizia ordinaria, uno strumento in grado di arrivare là dove non arriva la legge.

Dettagli

Generi Politica e Società » Controversie etiche » Censura , Economia Diritto e Lavoro » Diritto » Sistema legale

Editore Il Mulino

Collana Istituto storico italo-germ. Annali

Formato Brossura

Pubblicato 01/01/2005

Pagine 389

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788815108340

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Dove non arriva la legge. Dottrine della censura nella prima età moderna"

Dove non arriva la legge. Dottrine della censura nella prima età moderna
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima