Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Flory la porta chiusa. Come sono sopravvissuta alla Shoah
Flory la porta chiusa. Come sono sopravvissuta alla Shoah

Flory la porta chiusa. Come sono sopravvissuta alla Shoah

by Flory Van Beek
pubblicato da Sperling & Kupfer

17,00
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Esaurito
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Flory, ebrea olandese, è una sopravvissuta all'Olocausto. Alle prime avvisaglie di antisemitismo, insieme con il futuro marito Felix cerca la salvezza imbarcandosi per il Sudamerica, ma la nave - carica di civili di un paese non belligerante - viene fatta esplodere in mare dai tedeschi. Scampati fortunosamente alla morte, i due ritornano in patria per scoprire, solo pochi mesi dopo, che duecento anni di pace e una proclamata neutralità sono un ben misero riparo dalla follia nazista. Il 10 maggio 1940 l'Olanda viene invasa e gli ebrei scientemente emarginati, repressi, depredati e infine annientati. Le famiglie si smembrano, i due sposi si danno alla clandestinità e iniziano a collaborare con la resistenza. Improvvisamente, una quotidianità fatta di tranquillità sociale e felicità domestica viene rimpiazzata dagli effetti della persecuzione razziale: fame, fughe, rastrellamenti. Molti dei parenti non ce la fanno, compresa la madre di Flory: prelevata e inviata al campo di concentramento, di lei resta una straziante lettera gettata dal treno, come facevano molti deportati. Ma Flory e Felix conoscono anche la bontà e il coraggio di tutti i connazionali che, a più riprese, li hanno ospitati e nascosti a rischio della vita propria e dei loro cari. Con parole semplici e toccanti la donna ci narra la sua esperienza di quel periodo buio della storia, segregata dietro la fragile barriera di una porta chiusa, impegnata a raccogliere con costanza e ostinazione tutte le prove che documentassero la follia nazista: comunicati, diktat, articoli di giornali, missive e biglietti. Alla fine della guerra la valigia che li conteneva era piena zeppa. Un libro coinvolgente, un racconto carico di dolore, di coraggio e di riconoscenza per tutti coloro che si sono battuti in nome dei diritti dell'uomo. Per non dimenticare.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Diari, Lettere, Memorie , Storia e Biografie » Olocausto, Genocidi e Pulizia etnica » Storia dell'Europa » Storia di altri terrritori » Biografie Diari e Memorie » Biografie e autobiografie » Memorie

Editore Sperling & Kupfer

Collana Mi racconto

Formato Rilegato

Pubblicato 01/01/2007

Pagine 302

Lingua Italiano

Titolo Originale Survival in the Valley of Death

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788820042097

Traduttore Simona Adami

torna su Torna in cima