Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Giocare per forza. Critica della società del divertimento
Giocare per forza. Critica della società del divertimento

Giocare per forza. Critica della società del divertimento

by Ermanno Bencivenga
pubblicato da Mondadori

6,50
14,46
-55 %
14,46
Disponibile.
13 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Da Disneyland alla "ruota della fortuna", dai videogame ai giochi di società, la parola d'ordine nel mondo contemporaneo sembra essere diventata una sola: divertitevi! Niente di male. Ma quale tipo di gioco ci viene oggi proposto? Un buon gioco o un cattivo gioco? Per rispondere a questi interrogativi Ermanno Bencivenga si è aggirato tra i fantasmagorici casino di Las Vegas, moderna e ingannevole città dei balocchi, scoprendo che gli americani nel weekend compiono davanti ai tavoli verdi e alle slot machines gli stessi disperati gesti automatici che ripetono durante la settimana lavorativa; ha seguito quotidianamente i quiz televisivi di Mike Bongiorno, Claudio Lippi, Gerry Scotti e Iva Zanicchi, notando che si tratta di spettacoli in cui, "con l'ipocrita copertura dello scherzo e del divertimento, viene propinata la più interminabile delle litanie, recitato il più ineccepibile dei rosari": il martellamento pubblicitario. E non ha naturalmente mancato di sondare l'universo dei bambini, veri "professionisti" in materia, rivelandone le regole e i meccanismi più nascosti: tra videogame, che generano piccoli alienati virtuali, e Barbie con seni prosperosi e centinaia di accessori, che risparmiano alle bambine persino la fatica di immaginarsi grandi. Nella nostra civiltà, il gioco è diventato innanzitutto un colossale affare economico togliendo di mezzo il più ricco (ma il meno costoso) dei trastulli: la fantasia. "Giocare per forza" ci preannuncia (e ci invita a combattere) un futuro tragicomico in cui il divertimento ammazzerà la creatività, premierà la passività, esalterà la ripetizione e mortificherà l'intelligenza: un mondo in cui saremo alla mercé dei burattinai dell'entertainment.

Dettagli

Generi Hobby e Tempo libero » Quiz e Giochi » Altri giochi

Editore Mondadori

Collana Saggi

Formato Libro

Pubblicato 01/01/1995

Pagine 204

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804354918

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Giocare per forza. Critica della società del divertimento"

Giocare per forza. Critica della società del divertimento
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima