Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Glamorama
Glamorama

Glamorama

by Bret Easton Ellis
pubblicato da Einaudi

13,60
16,00
-15 %
-15% Gialli, noir e thriller
16,00
-15% Gialli, noir e thriller
Disponibile.
27 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

E un "modello aspirante attore" il protagonista di "Glamorama": è bellissimo e, se manca di personalità e carisma, gli basta però uno sguardo perché una donna si convinca ad andare a letto con lui. Suo malgrado viene coinvolto in un intrigo internazionale di terrorismo, scoprendo così l'abisso di orrore e morte dietro il glamour del suo ambiente. Un'invisibile macchina da presa segue le peripezie di Victor tra due continenti, scena dopo scena, ciascuna contrassegnata da un numero in ordine decrescente, come in un film. E, come in un film, è il dialogo a trionfare.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Gialli, mistery e noir , Romanzi e Letterature » Gialli, mistery e noir

Editore Einaudi

Collana Einaudi tascabili. Scrittori

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/2006

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788806176792

Traduttore K. Bagnoli

4 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
1
2 star
2
1 star
0
Glamorama

Anonimo - 04/08/2011 15:52

voto 3 su 5 3

Davvero lo stile Ellis. In alcune parti non sai se il protagosta stia sognando o vivendo la realtà, altre passano veloci, altre passano soltanto. E alla fine vengon fuori quei piccoli orrori propri di Ellis: morti ammazzati, teste mozzate ecc. Un libro piacevole da leggere, mi è piaciuto.

Glamorama

Anonimo - 19/11/2007 13:07

voto 4 su 5 4

E' un romanzo poco conosciuto e molto stile ''Ellis'', in alcune parti è noioso, alcuni capitoli sembrano buttati lì e il finale lascia molto all'immaginazione come tutti i suoi finali, d'altronde come dice in lunar park ''le spiegazioni sono noiose''. O si ama o si odia, a me è piaciuto molto (non come american psycho che è inarrivabile) nonostante i suoi difetti, il ritmo di narrazione ti tiene incollato e comunque tratta tematiche contemporanee e la descrizione dell'indifferenza della società attuale è perfetta. Non si può definire un thriller, si suddivide in due parti, la prima se vogliamo che parla delle avventure ''sessuali'' del protagonista, del suo ''lavoro'', insomma la vita mondana. La seconda parte si dipana sempre più nell'orrore e ciò colpisce anche la mente del protagonista (il famoso regista che cita suppongo sia la parte sana della sua mente). Il finale è abbastanza aperto, non chiarisce tutte le domande e io mi sono fatto una mia opinione come tutti quelli che l'hanno letto. Ad ogni modo per chi ama lo stile di narrazione veloce che incolla al libro di Ellis è sicuramente consigliato, nella seconda parte anche sfumature ''horror'' (non sovrannaturali), lo consiglio a tutti i suoi amanti.

Glamorama

benny - 08/10/2007 13:22

voto 2 su 5 2

Il libro si presenta, secondo me tagliato in due parti. La prima, vespista, festaiola, divertente e divertita... La seconda dubbiosa, incomprensibile, e, perchè no, stancante, se il tentativo è quello, invano, di comprendere l'ultima parte. Andrebbe tagliato in due.

Glamorama

Bracardirum - 07/09/2007 12:55

voto 2 su 5 2

Di questo libro mi sento di lodare senza riserve soltanto l'eccezionale bravura della traduttrice Katia Bagnoli... è da diverso tempo che sono convinto della superiorità in questo genere letterario delle donne brave rispetto agli uomini bravi... parlo soprattutto di questi racconti ''stroboscopici'' di vissuto, dove si susseguono e si accavallano incessantemente vivide ma parzialissime immagini di una vicenda pressoché indecifrabile nel suo intero e francamente stancante nei suoi ritmi... qui poi si tratta di un delirante e ininterrotto elenco di griffe e di party promozionali. In questo caso una traduzione appiattita sulla filologia sarebbe stata un controsenso, oltre che letteralmente esiziale per le fortune di questo testo appena fuori della sfera allucinata del jet set babelofono e sniffomane. La ammirazione per la fluidità della traduzione, e anche per la sensibilità con cui la Bagnoli ha saputo scegliere cosa lasciare intradotto, mi hanno spinto ad arrivare sia pure con rabbia fino alla fine: senza capirci né volerci capire più un accidente da metà libro in poi. Ma per chi conosce e frequenta quel modello di vita, il libro può costituire una specie di divertente bibbia di pettegolezzi.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima