Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il bottone di Puskin
Il bottone di Puskin

Il bottone di Puskin

by Serena Vitale
pubblicato da Adelphi

Prezzo:
13,00 9,75
Risparmio:
3,25 -25 %
mondadori card 20 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo mercoledì 25 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

"La storia segreta del duello in cui Puskin perse la vita. ""Il montaggio della Vitale è perfetto, generoso e stringente insieme. Da lettere, diari, memorie, rapporti della polizia segreta escono personaggi memorabili, frivole figurette, loschi maneggioni, spie, provocatori, potenti cortigiani, servi sciocchi. E' la società stravagante e fastosa che ritroveremo in Tolstoj, ma è anche un coro del teatro classico: informatissimo e profetico, osserva impotente gli eventi precipitare giorno dopo giorno, ora per ora, dalla commedia, talvolta farsa, di costume, al compimento della tragedia entro un breve spiazzo sgombrato dalla nave, il 27 gennaio 1837"". (Carlo Fruttero, Franco Lucentini)"

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Poesia

Editore Adelphi

Collana Gli Adelphi

Formato Tascabile

Pubblicato  01/01/2000

Pagine  488

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788845915376


1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Il bottone di Puskin

Anonimo - 31/03/2005 13:15

voto 5 su 5 5

Mi chiedo perchè leggere un libro come questo. La domanda non è retorica come potrebbe sembrare. C'è qui dentro tutto ciò che si può desiderare da un romanzo senza che lo sia davvero. Oppure si, non so. Calore umano, passione, tensione (come andrà a finire la faccenda? eppure lo si sa fin dall'inizio, in un certo qual modo almeno). Ci si ritrova letteralmente a sperare che il duello non ci sia e non si può smettere di leggere. Infine arriva il sangue, l'agonia, la morte ed è una sofferenza continua. Non credo affatto di essere un sentimentale, ed il libro è a sua volta privo di ogni sentimentalismo, ma il fatto è che la situazione è realmente drammatica e la sofferenza dei personaggi, per quanto sobriamente espressa, è a tratti insopportabile. Chiunque decida di leggerlo lo faccia ben sapendo che tutto ciò che accadrà è a suo rischio e pericolo.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima