Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il giovane Holden
Il giovane Holden

Il giovane Holden

by J. D. Salinger
pubblicato da Einaudi

15,30
18,00
-15 %
18,00
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
31 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Sono passati cinquant'anni da quando è stato scritto, ma continuiamo a vederlo, Holden Caufield, con quell'aria scocciata, insofferente alle ipocrisie e al conformismo, lui e la sua "infanzia schifa" e le "cose da matti che gli sono capitate sotto Natale", dal giorno in cui lasciò l'Istituto Pencey con una bocciatura in tasca e nessuna voglia di farlo sapere ai suoi. La trama è tutta qui, narrata da quella voce spiccia e senza fronzoli. Ma sono i suoi pensieri, il suo umore rabbioso, ad andare in scena. Perché è arrabbiato Holden? Poiché non lo si sa con precisione, ciascuno vi ha letto la propria rabbia, ha assunto il protagonista a "exemplum vitae", e ciò ne ha decretato l'immenso successo che dura tuttora. E fuor di dubbio, infatti, che Salinger abbia sconvolto il corso della letteratura contemporanea influenzando l'immaginario collettivo e stilistico del Novecento, diventando un autore imprescindibile per la comprensione del nostro tempo. Holden come lo conosciamo noi non potrebbe scrollarsi di dosso i suoi "e tutto quanto", "e compagnia bella", "e quel che segue" per tradurre sempre e soltanto l'espressione "and all". Né chi lo ha letto potrebbe pensarlo denudato del suo slang fatto di "una cosa da lasciarti secco" o "la vecchia Phoebe". A distanza di quarant'anni dalla prima edizione italiana del 1961, questa edizione celebra uno dei grandi libri del Novecento che tanto ha ancora da dire negli anni Duemila.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Einaudi

Collana Supercoralli

Formato Libro

Pubblicato 01/01/2001

Pagine 238

Lingua Italiano

Titolo Originale The Catcher in the Rye

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788806158286

Traduttore A. Motti

34 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
21
4 star
5
3 star
4
2 star
1
1 star
2
Il giovane Holden

Anonimo - 13/01/2012 05:26

voto 0 su 5 1

Titolo insignificante e senza senso? Libro rilassante? Ma di cosa stai parlando?

Il giovane Holden

Anna - 26/11/2004 16:24

voto 1 su 5 1

E' un ottimo libro x far addormentare le persone!! Mi ha annoiata alla follia!!

Il giovane Holden

Anonimo - 29/09/2004 16:45

voto 5 su 5 5

''The Cather in the Rye'', insignificante titolo senza senso ma sicuramente non qualifica il libro. Salinger si trova a scrivere un storia, che più che storia si può chiamare un pezzo di vita'' di un giovane. Nella lettura avvicente si entra nella realtà quotidiana che a volte noi nn non ci facciamo caso. Tre aggettivi per definire il libro?avvicente,rilassante e da leggere.

Il giovane Holden

Anonimo - 28/06/2004 09:43

voto 3 su 5 3

pur essendo un buon libro, scritto semplice e bene, l'ho trovato un pò noioso. Capisco che ci si possa immedesimare nel personaggio, ma Holden odia tutto e tutti, è frustrato, autodistruttivo e negativo sempre (come del resto dice sua sorella). è originale la forma colloquiale del racconto, cioè il fatto che lo scrittore scrive con un linguaggio parlato rivolgendosi al lettore: ''avreste dovuto vederlo...!''. A mio parere però c'è un abuso pesantissimo di: ''... e via discorrendo'', ''...e tutto quanto'', ''... e tutto il resto'', ''...e cosi via'', ''... e compagnia bella'', ''... o che so io''. Sarebbe anche un buon stratagemma letterario, ma 250 pagine di ''...e via discorrendo'' mi sembrano troppe. Non mi sento di definirlo un capolavoro, anche se probabilmente ha influenzato molta cultura posteriore. probabilmente l'ho letto troppo tardi, e non riesco a considerarlo meglio. l'avessi letto 15-20 anni fa... forse... ANDREA

Il giovane Holden

Anonimo - 17/03/2004 19:53

voto 4 su 5 4

La cosa veramente degna di nota di questo bellissimo romanzo di salinger é che al di là di ogni marciume Holden rimane giovane, appassionato, buono e purissimo. Una lezione di verità agli scrittori di costume.

Il giovane Holden

Edoardo - 08/03/2004 20:42

voto 5 su 5 5

La prima volta che ho sentito parlare di Holden Caulfield avevo proprio 16 anni e dalla sommaria descrizione fatta dagli amici decisi che,per il momento ,non l'avrei letto;avevo troppa paura di specchiarmi in lui,nel suo smarrimmento,nell'incapacità di interagire con il mondo e le sue contraddizioni;adesso che ho 26 anni e ''ho fatto pace con il mondo'' l'ho letto e avevo ragione:mi sono riconosciuto nel suo vagare per la città in cerca di qualcosa o qualcuno ,nella sua ironia, nel suo rapporto con la sorella (anch'io ho una sorella piccola);la sua desolazione era anche la mia;ho fatto bene a non leggerlo a 16 anni,all'epoca non avrei sopportato anche le sue inquietudini.La prosa di Salinger,apparentemente semplice ,è straordinaria e innovativa per quel periodo e il finale (non banalmene consolatorio) è poetico.

Il giovane Holden

Andrea - 27/02/2004 15:38

voto 5 su 5 5

Per me Salinger è una specie di divinità e Holden è il suo profeta. Mi sento tremendamente in debito nei loro confronti. www.andreamalabaila.it

Il giovane Holden

Daniele, 18 anni - 27/01/2004 15:49

voto 5 su 5 5

Scritto veramente molto bene in un linguaggio da ragazzi! Davvero fantastico, lo consiglio a tutti!

Il giovane Holden

Anonimo - 15/12/2003 20:26

voto 5 su 5 5

E' stato il libro che ho letto + velocemente nella mia vita! Ho 26 anni e l'ho scoperto tardi ma forse l'ho apprezzato meglio proprio x questo. Mentre lo leggevo mi è capitato di ridere da solo come un cretino! Soprattutto quando parla di come il professore maneggia il suo tema ''come se avesse in mano uno stronzo'' o quando la ragazza incontra il tale a teatro e lo saluta come se da piccoli avessero fatto il bagnetto insieme. Attualissimo soprattutto se si pensa che ha oltre 50 Anni!

Il giovane Holden

Maurizio - 02/09/2003 14:32

voto 5 su 5 5

Uno dei migliori romanzi di tutti i tempi, senza ombra di dubbio. Un Salinger diverso dalle altre opere, che riesce a tirar fuori una scrittura tanto vera da apparire semplicistica. Se ancora non avete letto questo romanzo, è ora che lo facciate, indipendentemente dai vostri anni, perché questo libro davvero non ha età.

Il giovane Holden

Anonimo - 01/09/2003 05:14

voto 4 su 5 4

A me questo libro è piaciuto moltissimo e non ne capisco il perchè. In fondo non ha una vera trama, è ripetitivo e a tratti sconclusionato; è sgrammaticato e, se vogliamo, non rivela nemmeno grandi verità. Eppure mi è entrato nel cuore e vorrei, per dirla alla Holden, chiamare al telefono l'autore e farci quattro chiacchiere...Cosa mi è piaciuto di più? Forse le descrizioni dei personaggi che stanno attorno al protagonista; sono prive di organizzazione, scombussolano ogni schema descrittivo, eppure sono quanto di più efficace si possa leggere. Escono dall'anima del protagonista ed entrano direttamente nel nostro cuore (...dovreste conoscere la vecchia Phoebe, vi piacerebbe....). Di questo libro mi è piaciuto anche il fiume fluente di riflessioni di Holden, senza un filo conduttore,senza coerenza e sistematicità, proprio come il fluire dei pensieri di tutti noi. Insomma..un libro DA LEGGERE! Daniela C.

Il giovane Holden

Anonimo - 28/08/2003 11:29

voto 4 su 5 4

Talmente realistico da sembrare il vero diario di un ragazzino d'oggi. Questo romanzo di pura vita ha fatto un patto col diavolo per non passare mai di moda e per non restare bloccato negli anni '50. Delirante,commovente,ingenuo e crudele Holden è ognuno di noi e lo sarà anche quando ,superata l'adolescenza rileggerete questo libro e vi riconoscerete nel suo animo delicato e spregiudicato. Il bisogno d'amore e di certezze non ha età e così è per Holden. Leggetelo,regalatelo,rileggetelo e consigliatelo!

Il giovane Holden

Anonimo - 02/07/2002 18:36

voto 5 su 5 5

questo libro è indubbiamente uno di quei libri che ti lascia qualcosa,è non è poco.la figura di un ragazzo così sregolato,immaturo e infantile che però allo stesso tempo riesce a dimostrare una grande saggezza è strabiliante;un ragazzo di sedici anni che ammette ad esempio di essere un vigliacco cosa che non si riesce a fare neanche da adulti e allo stesso tempo è capace di pensieri e comportamenti molto cattivi.tutto questo crea un personaggio stridente,poco coerente ma che in effetti rispecchia l'indole umana. ed è per questo che io giudico questo libro uno dei più belli in assoluto proprio per la capacità dell'autore di creare un personaggio così vero da cui chiunque può imparare molto. lo consiglio a chiunque abbia voglia di leggere.

Il giovane Holden

Anonimo - 08/05/2002 23:01

voto 2 su 5 2

In questa ''selva'' di recensioni mi inserisco con un giudizio non troppo positivo su questo libro. Ritengo questo libro il semplice racconto di un sedicenne, tutti quì. Non riesco a capire chi in altre recensioni parla di questa ritrovata voglia di essere ''contro'', forse perchè per quanto mi riguarda nonostante i 32 anni lo sono tutt'ora (contro) ecco quindi che questo libro diventa per me una semplice storia di altri tempi........

Il giovane Holden

orazio - 08/05/2002 12:01

voto 3 su 5 3

Si, mi aspettavo tantissimo da questo libro, da tanti, da tanti consigliati, illustri e non. L'ho comprato, l'ho letto. Mi ha confuso. Non capisco se si tratta di un libro molto bello che apprezzo meno perche' e' arrivato fuori tempo massimo, o se si tratta di un libro discreto, a prescindere, ma niente di eccezionale. Scorre prevedibile (col senno di poi) e lento. E', forse, una buona lettura, ti lascia dentro due o tre cosette, ma forse poco piu'. Mi ha confuso!

Il giovane Holden

Andrea Murru - 19/03/2002 23:52

voto 1 su 5 1

IL giovane Holden è un libro al quanto scadente che cerca in maniera giovanile e grottesca di tramettere i conflitti inieriori degli adolescienti. La mia critica non va a lambire la trama del racconto bensì la struttura lessicale, grammaticale e analitica del romanzo che deficia in tutti questi settori. Lo scrittore scrive in maniera disordinata e scurrile, tenta vanamente di fare analisi del personaggio o delle situazioni, ma le sue parole risultano vanesie e spropositate e spesso ripetitive. Un noioso libro commerciale che offende la letteratura.

Il giovane Holden

Monia - 18/01/2002 10:15

voto 3 su 5 3

L'impressione che mi rimane dopo la lettura dell'intero romanzo è che avrei dovuto conoscerlo tempo fa,quando anch'io avevo sedici anni; il comportamento ''ribelle'' del ragazzo, ora, in realtà sembra infantile e scontato. Però, a tratti puoi ritrovare dei passaggi riflessivi e profondi, che soltanto ''da grande'' sei in grado di riconoscere;bellissimo il rapporto con la sorellina e i fratelli :<< Allie, non farmi scomparire. Allie, non farmi scomparire...>>.

Il giovane Holden

Anonimo - 03/08/2001 00:00

voto 5 su 5 5

Il"Giovane Holden" è uno di quei libri che ognuno di noi dovrebbe avere sempre a portata di mano un manuale di vita vista con gli occhi di un adolescente, Holden,che con un linguaggio semplice sembra comunicare direttamente con il lettore...quello che piu' mi ha colpito è lo stupendo legame che lo lega alla sorella che tra tanti è la sua ancora di salvezza in un mondo che nn riesce a capire. Leggettelo.

Il giovane Holden

Anonimo - 29/07/2001 00:00

voto 4 su 5 4

ok,la storia in se non e'proprio il massimo,senno' sarebbe diventato il mio libro preferito,cmq il solo holden,con le sue tempeste interiori e i suo sbalzi di umore tipici di sedicenni come me,basta a giustificare l'acquisto di questo romanzo ,che ha il privilegio di avere un protagonista straordinario,il migliore che io conosca

Il giovane Holden

Anonimo - 25/06/2001 00:00

voto 4 su 5 4


Le mie aspettative forse erano troppo alte, anche se esattamente non sapevo cosa aspettarmi...ma sicuramente è un libro che vale la pena leggere. Forse lo consiglierei a degli adolescenti xchè in fondo lo stato di disagio che racconta riguarda quella fascia di età. comunque è un libro coinvolgente sopratutto per il filo diretto che lega il protagonista al lettore.

Il giovane Holden

Anonimo - 26/05/2001 00:00

voto 5 su 5 5


Così scrive Salinger ne "Il giovane Holden" al capitolo III: "Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l'autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira." "Il giovane Holden" è per me uno di questi libri.

Il giovane Holden

Anonimo - 25/05/2001 00:00

voto 3 su 5 3


Dopo averne sentito parlare molto, e molto bene, il mio giudizio in realtà è meno buono di quello di altre persone,nel senso che mi sarei aspettato un'opera più coinvolgente di quella che è sempre stata dipinta.Non sono deluso ma neanche del tutto soddisfatto.

Il giovane Holden

Anonimo - 23/05/2001 00:00

voto 5 su 5 5

Scoprite leggendo questo libro se volete essere un "dream-catcher",uno che muore nobilmente per una giusta causa, o uno che vive umilmente per essa.Se non lo scoprite farete comunque la conoscenza di Holden Caufield,uno dei personaggi più vivi e veri che troverete nelle migliaia di pagine delle migliaia di libri che leggerete nella vostra vita. "Con tutto" che non dimenticherete mai il giovane Holden e la sua "dannata autobiografia".

Il giovane Holden

Anonimo - 03/05/2001 00:00

voto 5 su 5 5


Fenòòòmeno! Per me è un libro scritto x smitizzare tutto e allo stesso tempo fare di ogni piccola cosa o scemenza una cosa "mitica", da adolescente in piena regola. Più che un libro sembra la vita che parla in prima persona, esprimendosi allo stato puro, con un diluvio di emozioni e sensazioni comunicate a pelle scoperta, senza nessuna mediazione o interpretazione o aggiunta redazionale. Così viene fuori la verità assoluta, la Semplicità e la capacità dell'uomo di contenerla -pare vero!- attraverso quell'arma in più, da immortali, che è l'ironìa.

Il giovane Holden

Anonimo - 28/04/2001 00:00

voto 5 su 5 5


ho soltanto sedici anni ma questo libro restera il + bel libro che io abbia mai letto. è un libro meraviglioso che apre gli occhi su come è veramente il mondo.holden rimarra un mito per sempre per me e anche se per voi non è importante lo è per me. se avete letto il mio commento scusate se vi ho annoiato

Il giovane Holden

Anonimo - 19/04/2001 00:00

voto 5 su 5 5


questa è la traduzione del titolo originale........è un capolavoro da non perdere e rileggere più volte. Holden mi è rimasto nel cuore e spesso mi viene in mente soprattutto quando osservo il mondo degli adulti e il mondo incontaminato dell'infanzia....

Il giovane Holden

Anonimo - 17/04/2001 00:00

voto 5 su 5 5


Questo libro ti fa capire cosa vale veramente nella vita, il rapporto di Holden con la sorella ti fa sentire piccolo piccolo e tutto cio' che veramente e' importante si racchiude nei pensieri di una bambina che ancora si chiede il perche' delle cose. Noi non chiediamo piu' nulla, e nulla vogliamo sapere, ma quanta verita' e quanta tenera innocenza nella domanda di phoebe:dove vanno gli animali quando il lago si ghiaccia......

Il giovane Holden

Anonimo - 09/04/2001 00:00

voto 5 su 5 5


E'l'esempio assoluto di come una vita. che non ci assomiglia negli avvenimenti e pertanto ci è quasi estranea ,possa poi invece trasforarsi in qualcosa di ve ramente grande nelle parole,nelle riflessioni, su tutto ciò che avviene intorno. Holden fa tanta tenerezza ,ma quanta ne da al suo insegnante di storia ,così anziano ,che getta dei fogli sul letto sbagliando sempre la mira , e a tutti gli altri personaggi che gli stanno attorno ;e quanta saggezza si trova in una persona così confusa ,così allo sbando che in modo convinto ci spiega l'unica soluzione possibile per la bomba atomica; quella di sedercisi sopra. Per chi come me ama le parole e le riflessioni,ma senza annoiarsi,questo è IL LIBRO per eccelenza.

Il giovane Holden

Anonimo - 07/04/2001 00:00

voto 5 su 5 5


E' uno dei libri che porterei nell'isola deserta. E' un libro leggero, asciutto, traboccante di vita. Un libro che riletto a quasi 40 anni mi ha fatto capire che venti anni prima non avevo capito niente archiviandolo come un'opera poco piu' che originale.

Il giovane Holden

Anonimo - 05/04/2001 00:00

voto 5 su 5 5

Ciò che distingue l'uomo immaturo è che vuole morire nobilmente per una causa, mentre ciò che distingue l'uomo maturo è che vuole umilmente vivere per essa"... Nn ci sono parole per descrivere un libro come questo...DOVETE ASSOLUTAMENTE LEGGERLO, è fantastico!"

Il giovane Holden

Anonimo - 29/03/2001 00:00

voto 5 su 5 5


LA LEGGEREZZA E L'IRONIA UNITA ALLA PERSONALITA' CON LA QUALE HOLDEN AFFRONTA LA VITA, PUò ESSERE UN'EFFICACE PANACEA A MALI QUALI LA DEPRESSIONE. E SE NON SI è DOTATI DI TALI QUALITA', LEGGERE ALMENO IL ROMANZO PUò AIUTARE,PERCHE COME DICE SALINGER C'è:"CHI QUESTI TORMENTI LI HA VISSUTI PRIMA DI TE".

Il giovane Holden

Anonimo - 24/03/2001 00:00

voto 5 su 5 5


Insuperable nell'asciuttezza della prosa. Attuale come se fosse stato scritto domani. Conduce a raggiungere il quinto livello di comprensione per capire che è quello legato alle cose più semplici ed immediate. Da leggere e rileggere.

Il giovane Holden

Anonimo - 24/03/2001 00:00

voto 5 su 5 5

straordinario

Il giovane Holden

Anonimo - 22/03/2001 00:00

voto 5 su 5 5


Salve, mi chiamo Michela ho 27 anni e ho letto questo libro già tre volte nell'arco della mia breve vita. La prima volta che lo lessi ero troppo giovane per apprezzarlo: avevo 16 anni, e stranamenmte tutta la sofferenza/insofferenza di Holden non la capivo. Eppure doveva avermi colpito, perchè a distanza di 5 o 6 anni mi ritornò in mente, o meglio mi tornarono in mente alcuni passi, e decisi di rileggerlo: fu una vera e propria rivelazione!! "Holden" è una parte che tutti noi abbiamo e dovremmo avere il coraggio di tirare fuori. Chi non si è mai sentito come il giovane Holden, non è mai veramente cresciuto, non ha mai veramente vissuto!! Ciao a tutti, Michela

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima