Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Prezzo:
13,00 11,05
Risparmio:
1,95 -15 %
In promo:
Centinaia di film 3x2
mondadori card 22 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 28 marzo.  (Scopri come).

Dettagli

Generi Non definito

Editore Sellerio Editore Palermo

Collana La memoria

Formato Libro

Pubblicato  12/01/1994

Pagine  337

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788838910326


Traduttore H. Lyria

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Il pianista

Anonimo - 19/08/2008 18:58

voto 3 su 5 3

Di Manuel Vàzquez Montalbàn prima di questo libro ne avevo letto uno o due polizieschi (il noto Pepe Carvalho). ''Il pianista'' era, almeno credo, del 1985, edito in Italia dal 1991 da Sellerio editore. E' suddiviso in tre capitoli, i primi due ambientati nella Barcellona anni '40, il terzo e ultimo a Parigi nel 1936. Pur non conoscendo a fondo la storia della Spagna anni '40, soprattutto nel secondo capitolo si coglie una ''viva'' descrizione di uno spaccato di Barcellona, ambientata in una ristretta zona del (almeno credo) Barrio Chino degli anni '40, a pochi passi dalla Rambla (Carrer de la Cera, Carrer de Botella, Plaùa del Pedrò - nel libro tradotta come piazza del Padrò -, ecc., ci sono tuttora). La postfazione della traduttrice Hado Lyria (giornalista e traduttrice spagnola che vive in Italia dal 1958) colloca meglio e chiarisce almeno parte dell'ambientazione e del pensiero di Montalbàn (che aveva conosciuto personalmente). Anche lei, proprio all'inizio della sua postfazione, scrive che ''Per il lettore abituale di Vàzquez Montalbàn questo suo 'Pianista' può sembrare un'opera assai inconsueta.'' L'intero libro ruota attorno ad Alberto Rosell, appunto pianista, che nel '36 da Parigi ritorna precipitosamente in Spagna per combattere col POUM - Partito Obrero de Unificacién Marxista - (ma lo si legge nel terzo e ultimo capitolo !). Ho apprezzato e letto abbastanza velocemente anche questo libro, soprattutto, come accennato, per le descrizioni dell'ambiente e anche per i pensieri che Montalbàn (nato a Barcellona nel 1939, antifranchista militante) esprime tramite i non pochi personaggi. Si desume (e Hado Lyria lo scrive) che ''(...) questo romanzo sia legato alle radici e alle vicissitudini di Vàzquez Montalbàn (...)''. Molto probabilmente una maggior conoscenza della storia recente di quel Paese avrebbe aiutato a comprendere ancora meglio le storie (o si possono usare per ''studiare'' una parte della storia !), ma la lettura è in ogni modo piacevole e interessante. Buona lettura!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima