Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Una casa, come tante altre in un piccolo centro cittadino. Una primavera che profuma già di estate e una grande tavola imbandita pronta ad accogliere i commensali. Tutto attorno è rigoglio di vita, profumi che inebriano i sensi, estasi per una nuova stagione che promette serenità e soprattutto felicità. Anna ci pensa spesso alla felicità: l'ha cercata, trovata e poi persa. Ora vuole solo ricominciare e decide di farlo a quel tavolo, assieme alla sua famiglia, alle persone a cui vuole più bene. Tra piatti imbanditi con sapienza da una madre sollecita e frasi lasciate cadere a metà per il timore di dire troppo, questo pranzo segnerà una svolta inaspettata nella vita di tutti. Anna ha un segreto, una piccola felicità nascosta che è ancora soltanto un pensiero. Saranno disposti gli altri a condividere la sua decisione? Il pranzo di Pasqua è un romanzo corale, una fotografia immobile ma allungata nel tempo che parla di una famiglia come tante, di persone fragili e dure come possiamo esserlo tutti noi. Sospendendo il giudizio, sarà il tempo con la sua impietosa azione che plasmerà e definirà luoghi e anime.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi contemporanei

Editore 0111edizioni

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 01/12/2016

Lingua Italiano

EAN-13 9788893700603

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Il pranzo di Pasqua ettore.leandri

ettore.leandri - 01/05/2017 16:05

voto 3 su 5 3

Il libro si divora letteralmente, essendo anche composto da poche pagine: il pranzo di Pasqua è loccasione da parte della famiglia di parlare ed esprimere perplessità, vecchi rancori, ferite aperte e schieramenti fra i partecipanti, oltre a far emergere alcuni segreti. La protagonista è Anna, i cui pensieri ed emozioni sono analizzati molto bene, grazie anche ad uno stile abbastanza conciso, ma capace di essere tagliente come un coltello al momento giusto e di riuscire, con la complicità di verosimili discorsi diretti, ad emozionare ed immedesimare il lettore. Profonda è lintrospezione psicologica e la conoscenza dellanimo umano; non mi aspettavo il finale, che risulta commuovente e ben strutturato. I Il libro è buono (assegno solo tre stelline su cinque per la brevità dellopera).

Il pranzo di Pasqua lauravargiu1976

Laura Vargiu - 13/03/2017 19:24

voto 4 su 5 4

NIENTE È PIÙ DOLCE E AMARO DELLA FAMIGLIA. Incuriosita dalla sinossi e attirata dai bellissimi colori della copertina, mi sono ritrovata immersa nella lettura di questo romanzo quasi per caso. Premetto che tale casualità è stata davvero fortunata. Fin dalle primissime pagine emerge una scrittura matura, affascinante, coinvolgente, attraverso la quale ci si sente immediatamente catapultati tra le quattro mura con terrazza della famiglia protagonista, non una in particolare ma una come tante, la cui storia è fatta di piccole felicità e grandi dolori, fragilità e recriminazioni, solitudini danima e pensieri taciuti. Un apparentemente tranquillo pranzo di Pasqua diventa occasione per un inevitabile confronto tra genitori e figli ormai adulti e mettere sul piatto, tra antipasti, primi, secondi e dessert non gustati appieno, vecchi dissapori e bocconi amari, nonché svelare, da parte della giovane Anna, un segreto incalzante dal quale poter ricominciare a vivere e sperare in un po di felicità. Curando in modo particolare lintrospezione psicologica, lautrice ha messo in piedi unottima opera prima dalla lettura scorrevole, ma al tempo stesso ricca di una intensità e profondità danimo disarmanti. Un libro che regala per davvero emozioni, pagine scritte col cuore. E il cuore, si sa, lascia sempre traccia di sé. Voto: tra le quattro e le cinque stelle!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima