Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il volto verde
Il volto verde

Il volto verde

by Gustav Meyrink
pubblicato da Adelphi

10,20
12,00
-15 %
12,00
Disponibile.
20 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

E' nel "Volto verde" che Meyrink raggiunge il vertice della sua arte di 'romaziere chimerico' e del suo stile 'mirabilmente visivo' - e il vertice del suo istrionismo, se con questa parola si intende una strepitosa capacità di insufflare vita narrativa nelle più ardue immagini esoteriche: in questo caso la leggenda del volto verde, ossia del volto evanescente di colui che detiene 'le chiavi dei segreti della magia' e, immortale, è rimasto sulla terra per radunare gli eletti.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Horror e gotica , Fantasy Horror e Gothic » horror e Dark Romance » Narrativa gotica classica

Editore Adelphi

Collana Gli Adelphi

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/2000

Pagine 258

Lingua Italiano

Titolo Originale Das grune Gesicht

Lingua Originale Tedesco

Isbn o codice id 9788845915666

Traduttore Paola Galimberti  -  Dora Sassi  -  P. Galimberti  -  D. Sassi

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Il volto verde drzava

drzava - 22/05/2013 18:49

voto 5 su 5 5

Autentico capolavoro onirico ed esoterico, "Il Volto Verde" si pone al punto più alto dell'edificio letterario di Gustav Meyrink, autore austriaco vissuto nei primi del Novecento. Passato attraverso un potente travaglio interiore che lo condusse alle soglie del suicidio, Meyrink, in gioventù, decise di imprimere una direzione inedita alla propria esistenza mettendo tutto se stesso negli studi sulle dimensioni anagogiche della spiritualità, dell'esoterismo, della meditazione, fino ad approcciare lo studio dell'alchimia e la pratica buddhista. Ne il Volto Verde è narrata la parabola iniziatica di Fortunat Hauberrisser, ingegnere straniero in visita ad Amsterdam. Imbattendosi in uno strano negozietto (la "Bottega delle meraviglie di Chidher Grün"), il nostro inizia un viaggo che lo condurrà alla scoperta di se stesso, dei recessi meno accessibili della propria anima, grazie alla conoscenza e, direi, alla "esperienza diretta" del leggendario Ebreo Errante dei testi gnostici: figura mitologica, simbolica, dai tratti fortemente sapienziali, più che un individuo storicamente identificabile. Il vecchio mistico ebreo che realizza "l'angelica farfalla" in presenza della nipotina, lo zulù Usibepu, il professor Arpád, il conte Ciechonski sono tutti personaggi dalle connotazioni oniriche, sfumate, a tratti inafferrabili. E, su tutti, una donna (la usuale donna-angelo meyrinkiana), significativamente chiamata Eva. Romanzo breve, di non agilissima lettura a causa della struttura per così dire "a più livelli", Il Volto Verde è senz'altro da includere fra i trenta romanzi del Novecento di imprescindibile conoscenza. In un certo senso hanno perfettamente ragione quelli che ridono quando uno dice di voler cambiare lumanità. E tuttavia sfugge loro il fatto che anche il cambiamento radicale di uno solo basterebbe. La sua opera non può morire che il mondo ne venga a conoscenza o meno. Costui apre nella realtà una breccia destinata a non richiudersi mai più, non importa se gli altri se ne accorgono subito o dopo un milione di anni. Quel che è nato può svanire solo in apparenza.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima