Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Invisibile
Invisibile

Invisibile

by Paul Auster
pubblicato da Einaudi

Prezzo:
17,50 14,87
Risparmio:
2,63 -15 %
mondadori card 30 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo giovedì 6 aprile.  (Scopri come).

Descrizione

Adam Walker ha vent'anni, studia letteratura a New York; la sua unica aspirazione è diventare poeta. Nel 1967, durante una festa, conosce l'enigmatico professore parigino Rudolf Born e la sua seducente fidanzata, Margot. Tra Adam, Rudolf e Margot si instaura immediatamente uno strano legame: Rudolf sembra aver preso in simpatia il giovane aspirante poeta e dice di voler finanziare una rivista letteraria che Adam dovrà ideare e curare. Adam prova una forte attrazione per Margot e quando Rudolf si assenta per una settimana, Adam e Margot si incontrano e si abbandonano a cinque giorni di sesso. Scoperto il tradimento, Rudolf caccia Margot, ma non mostra risentimento nei confronti di Adam. Una notte, durante una passeggiata nel parco con Adam, Rudolf uccide con una violenza inaudita un giovane e sprovveduto rapinatore e si dilegua, per poi tornare precipitosamente in Francia, lasciando solo Adam, pieno di sensi di colpa e consapevole di aver vissuto un'esperienza che lo segnerà per sempre. Arrivata l'estate, Adam ospita per un mese la sorella Gwyn, con cui durante la prima adolescenza aveva vissuto un episodio incestuoso. I fratelli non ne avevano mai riparlato, ma trovandosi per la prima volta in una casa da soli, provano di nuovo l'attrazione che li aveva uniti e vivono una passione travolgente. Alla fine del mese, è quasi per fuggire da questa relazione proibita, da questo «crimine», che Adam parte per Parigi, accettando una borsa di studio, anche se sa che correrà il rischio di incontrare di nuovo il malvagio Rudolf, e con lui la parte piú nera della propria anima.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Einaudi

Collana Supercoralli

Formato Rilegato

Pubblicato  04/12/2009

Pagine  223

Lingua Italiano

Titolo Originale Invisible

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788806199708


Traduttore M. Bocchiola

3 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
1
3 star
0
2 star
1
1 star
0
Invisibile titunetta

antonella mangano - 12/10/2013 13:05

voto 4 su 5 4

Sentiamo delle cose, ma non sempre le vediamo, o non siamo sicuri di vederle correttamente. Con questa frase Paul Auster spiega il titolo della sua ultima opera: Invisibile. Giunto al suo quindicesimo romanzo, lo scrittore newyorkese fa un salto indietro, e scrive quello che sembra in tutto e per tutto un romanzo di formazione. Geniale lidea originale: uno scrittore famoso, Jim (Auster?) riceve il manoscritto di un amico del college morente che non sentiva da quarantanni, nel quale gli racconta stagione dopo stagione, il lontano 1967 ovvero lanno in cui si conobbero e frequentarono insieme la Columbia. La prima parte è quindi scritta in prima persona e introduce il lettore alle vicissitudini che fecero sì che quellanno fu così importante da essere scritto. Conosciamo quindi il protagonista Adam Walker, aspirante poeta ventenne, e la stranissima relazione che intraprende con una coppia formata da un docente, Rudolf Born e la sua compagna francese Margot. Dalle prime righe si capisce quanto ambiguamente carismatico sia il docente e quanto sia pieno di sé. Ma il giovane e sprovveduto Walker non può che restarne affascinato. Questa insalubre amicizia porterà il ragazzo prima a cadere tra le braccia della sensuale Margot in una torbida relazione e poi ad assistere allaggressione di un ragazzo di colore che in un secondo momento verrà trovato morto; tutti gli indizi portano a credere che sia Born il colpevole, e questassassinio sconvolgerà il giovane poeta per tutta la vita. Nel frattempo Jim, sempre più preso dai racconti dellamico, scopre del suo tragico passato familiare e del rapporto incestuoso tra Adam e ladorata sorella Gwyn, sviluppatosi proprio nellestate del 1967. Ma è tutto vero? O il tutto è solo frutto delle fantasie di un morente che approfitta dellultima occasione che ha per raccontare la sua storia? E le fantasie passate, quando fortemente desiderate, possono in qualche maniera sembrarci nel presente come vita vissuta per davvero? Ladorazione della critica statunitense verso Auster comincia quasi agli esordi dello scrittore, quando nel 1985 scrive la trilogia di New York e dichiara tutto il suo amore alla Patria. Da quel momento ogni suo romanzo viene accolto come un evento, nonostante in alcuni momenti il suo lavoro risulti un po ambiguo, come se vi sia qualcosa di non detto o come se dietro alcune pagine si nasconda costantemente unautobiografia non dichiarata. Invisibile comunque è davvero un gran bel romanzo, molto scorrevole, i personaggi sono accuratamente descritti così come i luoghi e vi sono molti riferimenti ai culti letterari americani, come Il giovane Holden di Salinger Purtroppo in alcuni paragrafi pare leggere il copione di The Dreamers del nostro Bernardo Bertolucci, a partire dal rapporto incestuoso con la sorella, passando per una Parigi che si prepara a diventare patria del 68.

Invisibile sandra13

SANDRA RIATO - 08/10/2013 12:10

voto 5 su 5 5

CAPOLAVORO In questo romanzo Auster ci mette di fronte una narrazione spesso ellittica, in cui i piani narrativi si intersecano e si confondono attraverso la commistione di varie voci narranti e l'uso di diversi tempi verbali e punti di vista. Una complessità che può disorientare il lettore distratto, ma catturare il lettore attento, stregandolo fino ad ottenere un coinvolgimento totale e rapito. E' una vicenda che ha un'incredibile forza magnetica, a patto di sospendere ogni forma di "giudizio aprioristico" e di sterile moralismo. Un romanzo strepitoso, che avvince e tiene con il fiato sospeso come un giallo, fino all'ultima pagina, con continui colpi di scena. E la verità? resterà appunto ... INVISIBILE.

Invisibile

Anonimo - 19/01/2010 11:50

voto 2 su 5 2

Tra il noir, l'erotico e il romanzesco l'autore scrive in maniera innovativa, descrivendo i fatti sotto diversi punti di vista. La narrazione si presenta come tanti tasselli che vanno incastrati durante la lettura del libro che è scritto in diversi tempi verbali. Bisogna essere molto attenti ai fatti per portare a termine la lettura, anche se nell'insieme risulta molto scorrevole. Mi aspettavo un altro tipo di romanzo.....forse è per questo che non mi ha convinto molto. Non lo consiglio come prima lettura dell'autore. Luana

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima