Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'italia non c'è più
L'italia non c'è più
16,00 Prezzo già scontato del 20% sul prezzo editore
Disponibile.
32 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione



Una nazione perduta. Di più: "una tendopoli abitata da esseri umani con ben poco in comune". Non fa sconti all’Italia di oggi Giampaolo Pansa, che a 81 anni si concede il lusso (amaro) di affermare a chiare lettere: io ho dato, adesso fate voi. Eppure il nostro paese non è più quello di cinquanta, sessant’anni fa: godiamo di un migliore tenore di vita, la nostra salute è meglio tutelata, sono aumentate le occasioni di lavoro e di studio all’estero. Al di là dell’apparenza, però, eravamo più felici, con meno comodità ma con la voglia di compiere passi in avanti. L’opposto dell’Italia del 2017, spaccata tra ricchi e poveri, dove l’interesse pubblico è scomparso, i partiti hanno perso ogni credibilità e il cittadino senza potere associa la politica alle ruberie. Come siamo arrivati a questo punto? E soprattutto, ci resta una chance per sfuggire al baratro? In un dialogo tra un anziano giornalista e una sua aspirante collega ventenne, Giampaolo Pansa intreccia passato e presente, gettando lo sguardo al futuro che ci attende.

«La storia del lungo secondo dopoguerra raccontata con gli occhi del cronista che da spettatore dei piccoli grandi fatti della provincia piemontese diventa rapidamente uno dei maggiori testimoni del suo tempo». Corriere della Sera

Giampaolo Pansa, nato a Casale Monferrato nel 1935, scrive su "La Verità" e ha pubblicato numerosi saggi e romanzi di grande successo. Tra questi ricordiamo Il sangue dei vinti, Il revisionista, Eia eia alalà, La destra siamo noi, L’Italiaccia senza pace, Il rompiscatole e Vecchi, folli e ribelli.

Leggerlo perché...
Ricostruisce il nostro passato prossimo senza annoiare: due pregi non da poco in un paese che manca di memoria storica o la riserva agli accademici.

Dettagli

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "L'italia non c'è più"

L
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima