Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'ultimo amore del presidente
L'ultimo amore del presidente

L'ultimo amore del presidente

by Andrei Kurkov
pubblicato da Garzanti Libri

8,82
19,60
-55 %
19,60
Disponibile - Attenzione!! Consegna a rischio per Natale.
18 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Mosca, 2013. Sergei Bunin sta sorseggiando vodka in una piscina d'acqua gelida, in compagnia di Putin. Sergei è il presidente dell'Ucraina e sta festeggiando, come tutti i più importanti capi di stato, il secondo bicentenario della dinastia Romanov. Niente nel suo passato avrebbe lasciato sospettare che proprio lui, proveniente da una famiglia povera e modesta, sarebbe potuto arrivare alla più alta carica dello stato. Eppure, dopo un percorso di studi non proprio prestigioso, un fratello gemello con problemi psichici da gestire, e un po' troppo alcol, Sergei ce l'ha fatta. La sua ascesa politica è stata improvvisa, sorprendente, priva di colpi bassi e ambizioni personali, decisa alle sue spalle da oscuri personaggi della politica, che avevano bisogno di una persona malleabile, da manovrare come un burattino. Ma nel tempo Sergei ha imparato a farsi furbo, ha capito che non deve fidarsi di niente e di nessuno, che non è possibile aiutare il prossimo, e ancora meno un intero paese, anche se si è il presidente. Soprattutto da quando, dopo un infarto, gli è stato trapiantato il cuore di un altro, un cuore molto sospetto, pronto a tradirlo in ogni istante...
Con l'ironia pungente e la scrittura incisiva che l'hanno reso celebre in tutto il mondo e bestseller assoluto in Francia, Inghilterra e Germania, Kurkov ci regala un romanzo sulla vita prima e dopo la Cortina di Ferro, intessuto allo stesso tempo di feroce satira politica e di tenera malinconia. Un libro profetico sull'amore, il potere, la corruzione, le bugie e... le patate.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Garzanti Libri

Collana Nuova biblioteca Garzanti

Formato Rilegato

Pubblicato 28/08/2008

Pagine 513

Lingua Italiano

Titolo Originale Poslednjaja ljubov presidenta

Lingua Originale Russo

Isbn o codice id 9788811683537

Traduttore Rosa Mauro  -  R. Mauro

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
L'ultimo amore del presidente katja.s

Katiuscia Siddi - 20/05/2013 17:11

voto 4 su 5 4

Ho letteralmente A MA T O il libro d'esordio di quest'autore ucraino apparso in Italia negli anni '90 con il titolo "Picnic sul ghiaccio" ed anche il seguito intitolato "I pinguini non vanno mai in vacanza", che vedono protagonista un ingenuo scrittore fallito che si ritrova a scrivere necrologi di uomini politici e di cultura non ancora morti ma che spariscono sistematicamente dopo ogni richiesta di necrologio. Suo fedele compagno di avventure e disavventure è il pinguino Micha, che questi si porta a casa da uno zoo chiuso e abbandonato in un'Ucraina ormai alla frutta. Romanzo deliziosi, ironici e surreali che possono ricordare certi scritti di autori del calibro di Gogol e Dostoevskij, ma con una leggerezza e un linguaggio più scorrevole e contemporaneo che sarà gradito ai più. Il racconto si sviluppa in 3 tempi in un'alternanza di narrazione: gli anni giovani del futuro presidente ancora nell'URSS (anni '80), la prima età adulta nella nuova ucraina liberale (anni '90) e infine una presunta epoca attuale (intorno al 2016) in cui diventa presidente di un' Ucraina in cui Stalin diventa un'icona cattolico-ortodossa la cui immaginetta piange davanti alle telecamere e il presidente ha il cuore trapiantato del marito di una misteriosa donna che dorme a sua insaputa ;) nella camera da letto a fianco alla sua nel palazzo presidenziale. Personalmente, ho preferito la parte dedicata al giovane presidente perché curiosa di capire come questo moderno "uomo senza qualità" fosse arrivato alla vetta di questo piccolo paese martoriato. Questo romanzo seppur scritto con la consueta maestria ed ironia di Kurkov e denso di situazioni ai limiti del surreale ( solo ai limiti poiché, con la classe politica italiana attuale, la realtà ha già superato di molto la fantasia di Kourkov!), manca leggermente di mordente rispetto ai precedenti e risulta a tratti meno scorrevole. Ho, infatti, trascinato la lettura in certi punti allo scopo di capire dove Kurkov volesse andasse a parare. Una lettura più che gradevole e interessante. Riprovaci ancora Kurkov! P.S. Come spesso accade questo bravo autore è poco noto in Italia, ma ha avuto molto successo all'estero in particolare con il suo primo libro "The Death and the Pingouin" (ma tradotto in italiano con il titolo assurdo "Picnic sul ghiaccio") pubblicato negli anni '90 e citato da Nick Hornby in "Una vita da lettore" come un libro da leggere assolutamente.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima