Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'ultimo brigatista
L'ultimo brigatista

L'ultimo brigatista

by Aldo Grandi
pubblicato da BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Prezzo:
9,80 4,41
Risparmio:
5,39 -55 %
mondadori card 9 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo mercoledì 5 aprile.  (Scopri come).

Descrizione

Chi è l'ultimo brigatista? E quale mistero nasconde? Il suo nome va scovato tra coloro che hanno partecipato al più eclatante e drammatico fatto di sangue a sfondo politico che la storia ricordi dal 1945 ad oggi: il sequestro e l'omicidio di Aldo Moro. Raffaele Fiore, uno dei quattro compagni che sterminò la scorta; Alvaro Lojacono e Alessio Casimirri, che a bordo della Fiat 128 bianca dovevano chiudere via Fani; Rita Algranati, la ragazza che avvisò il commando dell'arrivo di Moro. Questo libro, attraverso le loro storie e la scoperta di alcuni documenti di estremo interesse, intende mettere la parola fine alle speculazioni sulle Br e la loro natura.

Dettagli

Generi Politica e Società » Politica e Istituzioni » Attivismo politico » Terrorismo

Editore Bur Biblioteca Univ. Rizzoli

Collana Futuropassato

Formato Tascabile

Pubblicato  01/01/2007

Pagine  220

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788817016452


1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
L'ultimo brigatista giuseppe.verardi123

Giuseppe Verardi - 30/05/2013 11:38

voto 3 su 5 3

Libro interessante per chi voglia farsi un'idea sul clima e sulle idee che circolavano a cavallo tra gli anni 60 e 70. Le analisi sono leggerine e senza troppe pretese di approfondimento, anche perché riflettono il punto di vista di una sola parte, peraltro quella che 35 anni fa progettava la rivoluzione e parlava di stato imperialista delle multinazionali. Il libro dà meritoriamente (un filo di) voce ai parenti delle vittime, ma, anche in ragione del titolo, lo spazio più ampio è riservato a Fiore ed altri brigatisti. Un sicuro pregio di quest'opera è quello di essere una delle pochissime voci che, nella debordante e bulimica bibliografia sul caso Moro, accetta le ricostruzioni fatte dai brigatisti rossi che parteciparono alla strage di via Fani e al sequestro, senza cercare cervellotiche ricostruzioni in salsa tedesca, americana, piduista, sovietica e chi più ne ha, più ne metta. Il che, ovviamente, non implica che i fatti si svolsero esattamente così come descritto nel libro, ma se non altro offre un timido controcanto alla miriade di teorie complottiste che -opinione personalissima- spesso mi son sembrate più dettate da manie di protagonismo o da sindromi giuliettochiesiane, che da effettiva voglia di svelare verità e fatti.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima