Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La carta e il territorio

by Michel Houellebecq
pubblicato da Bompiani

Prezzo:
20,00 10,00
Risparmio:
10,00 -50 %
In promo:
3x2 su migliaia di libri
mondadori card 20 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo venerdì 27 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Se Jed Martin, il personaggio principale di questo romanzo, vi dovesse raccontare la sua storia, probabilmente vi parlerebbe della rottura della propria caldaia, avvenuta un certo 15 dicembre. Oppure di suo padre, architetto noto e stimato, con cui era solito trascorrere solo la vigilia di Natale. Ricorderebbe certamente Olga, una russa molto carina incontrata all'inizio della sua carriera, in occasione di una mostra delle sue fotografie delle carte stradali della Michelin. Tutto questo avveniva prima che arrivasse il successo mondiale con la serie delle opere dedicate ai "mestieri", ritratti di personalità di diversi ambienti (fra cui lo scrittore Michel Houellebecq), colte nell'esercizio della loro professione. Dovrebbe dire anche come ha aiutato il commissario Jacelin a chiarire un'atroce storia criminale che ha sconvolto la polizia. Sul finire della sua vita, Jed Martin arriverà a una certa serenità ed emetterà solo dei mormorii. L'arte, il denaro, l'amore, il rapporto col padre, la morte, il lavoro sono solo alcuni dei temi di questo romanzo, decisamente classico eppure, evidentemente, contemporaneo, in cui Michel Houellebecq, con la consueta implacabilità, ritrae la condizione umana.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Bompiani

Collana Narratori stranieri

Formato Brossura

Pubblicato  28/09/2010

Pagine  360

Lingua Italiano

Titolo Originale La carte et le territoire

Lingua Originale Francese

Isbn o codice id 9788845265815


Traduttore F. Ascari

3 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
1
La carta e il territorio nicodugo

D UGO NICOLA - 05/06/2016 02:56

voto 5 su 5 5

Uno dei più sapidi romanzi di Houellebecq.

La carta e il territorio

Anonimo - 22/03/2011 17:19

voto 1 su 5 1

Finito di leggere questo libro, continua a ronzarmi in testa la fastidiosa sensazione che ormai la letteratura (la "l" minuscola è d'obbligo) moderna sia inserita in un processo di omogeneizzazione irreversibile. Questo scrittore francese non ha nulla che possa contraddistinguerlo da uno qualsiasi degli scrittori americani, giapponesi, inglesi ecc... "moderni". Se ripenso poi alla pietosa intervista rilasciata dall'autore alcuni pomeriggi fa durante la trasmissione Fahrenheit, inizio a credere che l'unica possibilità che questo pover'uomo ha di "segnalarsi" è, appunto, solo il suo pietoso stare zitto. Memorabili i silenzi interminabili di fronte all'intervistatrice bravissima di Radio3 che, poveretta, sembrava davvero non sapere più che pesci prendere. Beh... forse una cosa l'avrebbe potuta fare, avrebbe potuto dirgli che malgrado tutta la spocchia espressa nei suoi silenzi, i suoi libri restano delle stupidaggini colossali, quasi imbarazzanti. Tolta la pruderie che può cogliere il lettore dei suoi primi romanzi, non resta davvero niente. Prima Houllebecq ci ha stordito con libri ridondanti di scene porno-pulp e ora - forse a causa d'un calo di testosterone - se ne esce con una cretinata di libro senza né capo né coda. Una sorta di pseudo riflessione sull'arte e il suo significato... Credo davvero che darò seguito al mio proposito sempre più impellente d'abbandonare l'immondizia letteraria odierna e tornare ai classici, ponendo - per quanto artificialmente - almeno uno sbarramento temporale. Leggerò, cioè, solo i libri antecedenti il 1950 in cui, forse, è possibile ancora trovare una qualche sorta di reale originalità e senso introspettivo profondo. Forse è il caso di smetterla col fare pubblicità ai libri: non valgono di per sé: non è sufficiente che delle parole vengano stampate in un libro per poter assurgere ad un livello "letterario". Finiamola con tutta questa "immondizia sedativa" incapace di elevare ma ottima per disgregare l'uomo e ogni sua più alta aspirazione.

La carta e il territorio

Anonimo - 06/10/2010 10:36

voto 0 su 5 1

Ho iniziato a leggerlo e devo dire che le aspettative non sono tradite (almeno per il momento), poi l'edizione Bompiani è sempre un piacere.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima