Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La ciociara
La ciociara

La ciociara

by Alberto Moravia
pubblicato da Bompiani

10,20
12,00
-15 %
12,00
Disponibile.
20 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

"La ciociara" è la storia delle avventure di una madre e una figlia, costrette dal caso a passare un anno nelle prossimità del fronte del Garigliano tra il 1943 e il 1944. Ma "La ciociara" è anche e soprattutto la descrizione di due atti di violenza, l'uno collettivo e l'altro individuale, la guerra e lo stupro. Dopo la guerra e dopo lo stupro né un paese né una donna sono più quello che erano prima. Un cambiamento profondo è avvenuto, un passaggio si è verificato da uno stato di innocenza e di integrità a un altro di nuova e amara consapevolezza. D'altra parte tutte le guerre che penetrano profondamente nel territorio di un paese e colpiscono le popolazioni civili sono stupri. "La ciociara" non è un libro di guerra nel senso tradizionale del termine; è un romanzo in cui è narrata l'esperienza umana di quella violenza profanatoria che è la guerra.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Bompiani

Collana I grandi tascabili

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/2001

Pagine 322

Lingua Italiano

Lingua Originale Italiano

Isbn o codice id 9788845248368

2 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
2
2 star
0
1 star
0
La ciociara

GG - 10/11/2006 16:43

voto 3 su 5 3

E’ un romanzo realistico, che tratta il periodo della liberazione dell’Italia, durante la seconda guerra mondiale, da parte dell’esercito anglo-americano. E’ la storia di Cesira, “bottegaia” romana, che lascia la capitale per trovare rifugio a Fondi e nei paesi vicini: porta con sé la figlia; Rosetta, con la quale condivide le avventure e le sofferenze di quei mesi terribili. Quando sembra che finalmente possano tornare a casa, la ragazza viene violentata da un gruppo di soldati algerini: questo episodio segna profondamente la psiche di Rosetta, che cambia totalmente carattere e, come riflesso condizionato successivo alla violenza subita, va sempre alla ricerca di uomini con i quali unirsi. La madre assiste quasi impotente a questa trasformazione e amaramente ammette che mai avrebbe pensato ad una simile conclusione personale alle vicende belliche. L’autore presenta le condizioni estreme in cui erano costretti a vivere sfollati e contadini negli anni della guerra: certe descrizioni sono veramente crude e mettono i brividi solo a immaginarle. Tutto si sintetizza nella frase “La guerra è la guerra”, con la quale si intende che durante il periodo bellico qualunque cosa è permessa pur di sopravvivere e, nonostante vi siano persone che mostrino il loro lato più umano proprio nella sofferenza attraverso l’aiuto reciproco e la solidarietà, ve ne sono tante altre che rivelano il loro lato più selvaggio. La storia è raccontata in prima persona dalla voce e attraverso gli occhi di Cesira: è, quindi, il racconto di una donna semplice, che spesso non comprende o si rifiuta di comprendere certe situazioni, perché troppo distanti dal suo ordine di idee. I lettori, soprattutto giovani, che vogliano saperne di più della guerra e delle situazioni ad essa contingenti, non possono lasciarsi sfuggire questo successo letterario.

La ciociara

Anonimo - 04/10/2004 11:34

voto 3 su 5 3

e' un libro interessante perchè parla della guerra, la seconda guerra mondiale, attraverso gli occhi di una donna comune, la ciociara. Racconta le sue vicessitudini, la fuga da roma, dalla propria vita abituale, la vita dura di sfollata insieme alla figlia, la ricerca disperata dei propri cari, la fame, le attese snervanti di notizie e della liberazione, le atrocità e la crudeltà della guerra. Mi ha colpito perchè il punto di vista è quello ignorato dai libri storici, quello della gente comune, non degli eroi, dei nemici o delle vittime per eccellenza, ma di una persona come potremmo essere noi lettori. La guerra cambia tutto...questo dice cesira, la protagonista, e proverà questa tremenda realtà su se stessa e su chi gli sta accanto e lascerà libero il lettore di fare alla fine le proprie personali conclusioni.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima