Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La fuga del signor Monde
La fuga del signor Monde

La fuga del signor Monde

by Georges Simenon
pubblicato da Adelphi

14,45
17,00
-15 %
17,00
Disponibile.
29 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

In una bella mattina d'inverno, mentre il suo autista lo portava, come ogni giorno da trent'anni, nella ditta di import-export fondata da suo nonno, Norbert Monde ha deciso di scomparire. Anzi no: non c'è stato niente da decidere. "Probabilmente lo aveva sognato spesso, o ci aveva pensato così tanto che adesso aveva l'impressione di compiere gesti già compiuti": farsi radere i baffi, scambiare il completo dal taglio elegante con un abito di seconda mano, andare alla Gare de Lyon, chiedere un biglietto di terza classe per Marsiglia. Ma perché è accaduto proprio quel giorno? Forse perché era il suo compleanno; o forse perché, alzando gli occhi, ha visto i comignoli rosa stagliarsi contro un cielo di un pallido azzurro in cui fluttuava pigra una minuscola nuvola bianca - e gli è venuta voglia di vedere il mare. Quando finalmente se l'è trovato davanti, il signor Monde ha pianto. E quelle lacrime, che si portavano via "tutta la stanchezza accumulata in quarantotto anni", erano dolci, "perché ora la battaglia era finita", e lui era finalmente come uno di quei clochard che dormono sotto i ponti di Parigi, e che più di una volta gli era capitato di invidiare. Così è andato a vivere con una tale Julie, che fa l'entraineuse in un locale notturno di Nizza dove hanno dato un lavoro anche a lui. Ed è diventato per tutti Désiré Clouet, il contabile del Monico. Un giorno, però, gli apparirà dinanzi un fantasma della sua vita di prima: allora il signor Monde riprenderà la sua identità, ma non sarà più lo stesso.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Classici stranieri

Editore Adelphi

Collana Biblioteca Adelphi

Formato Brossura

Pubblicato 08/02/2011

Pagine 154

Lingua Italiano

Titolo Originale La fuite de Monsierur Monde

Lingua Originale Francese

Isbn o codice id 9788845925528

Traduttore M. L. Vanorio  -  Federica Di Lella

2 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
La fuga del signor Monde

Anonimo - 04/09/2012 13:28

voto 0 su 5 1

Presa di coscienza, coraggio, rassegnazione. Norbert se la passa niente bene e, per migliorare la sua condizione, agisce contrariamente a quanto ragionevole aspettarsi: si finge povero o, meglio, occulta le sue ricchezze. E,dalla scomoda situazione di un pesce fuor d'acqua impara la vita, la sua vita. Mi sono molto affezionato alla sua figura, che il più delle volte ispira tenerezza e compassione, un'anima che non trova pace, un affamato che non trova di che nutrirsi. Personalmente trovo questo romanzo profondo, soprattutto umanistico a causa dell'impegno del personaggio volto a migliorare la sua condizione, a stimare il valore del proprio essere. Per tutto il tempo della lettura ho percepito nel Signor Monde una figura reale, non il personaggio di un romanzo. Qualsiasi cosa ti accada, comunque vada a finire, complimenti Sig. Monde, per il coraggio e la volontà (e la necessità) di cambiare.

La fuga del signor Monde

Anonimo - 13/08/2012 12:48

voto 5 su 5 5

Presa di coscienza, coraggio, rassegnazione. Norbert se la passa niente bene e, per migliorare la sua condizione, agisce contrariamente a quanto ragionevole aspettarsi: si finge povero o, meglio, occulta le sue ricchezze. E,dalla scomoda situazione di un pesce fuor d'acqua impara la vita, la sua vita. Mi sono molto affezionato alla sua figura, che il più delle volte ispira tenerezza e compassione, un'anima che non trova pace, un affamato che non trova di che nutrirsi. Personalmente trovo questo romanzo profondo, soprattutto umanistico a causa dell'impegno del personaggio volto a migliorare la sua condizione, a stimare il valore del proprio essere. Per tutto il tempo della lettura ho percepito nel Signor Monde una figura reale, non il personaggio di un romanzo. Qualsiasi cosa ti accada, comunque vada a finire, complimenti Sig. Monde, per il coraggio e la volontà (e la necessità) di cambiare!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima