Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La guerra in casa
La guerra in casa

La guerra in casa

by Luca Rastello
pubblicato da Einaudi

15,30
18,00
-15 %
18,00
Disponibile.
31 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Il cecchino, figura principe nell'immaginario di una guerra sporca, carnefice per eccellenza, che prova a ricominciare a vivere in Italia. L'incubo di Izmet, prelevato dalla polizia di Spalato e massacrato perché mussulmano. L'assurda fine di Moreno Locatelli, ucciso a Sarajevo sul ponte di Vrbanja, durante una manifestazione di pace da lui stesso ostacolata perché inutile. E chi ha ucciso i tre italiani che trasportavano un carico di aiuti umanitari e avevano i documenti per espatriare una quarantina di vedove con i loro bambini? Grazie al lavoro compiuto da Rastello, fondatore del Comitato accoglienza profughi ex Jugoslavia di Torino, questo libro offre una serie di materiali e informazioni "veri", spesso trascurati da televisione e giornali.

Dettagli

Generi Politica e Società » Servizi sociali e Criminologia » Criminologia: Opere generali » Guerra e difesa

Editore Einaudi

Collana Gli struzzi

Formato Libro

Pubblicato 01/01/1998

Pagine 260

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788806146887

3 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
2
3 star
0
2 star
0
1 star
1
La guerra in casa

Anonimo - 20/02/2011 14:45

voto 1 su 5 1

Rastello inizia la pratica del "saputo dalle interviste degli altri", scrive il capitolo sull'uccisione del pacifista italiano avvalendosi del materiale video di Giancarlo Bocchi, e incontra i partecipanti dell'iniziativa sul ponte quando ormai il libro è in fase di stampa impegnandosi a modificare alcue parti. Il fatto raccontato nel capitolo viene cristallizzato sulla pagina pubblicata e diventa la verità. Il fatto di aver partecipato e dell'esserci stato non ha valore, il protagonista diventa il personaggio utilizzato dall'autore che lo usa a proprio capriccio e piacimento per la sua opera letteraria che spaccia come il racconto della realtà. L'autore dovrebbe riconoscere i limiti del proprio lavoro, e affilare i propri strumenti intellettuali piuttosto che la propria sadica voglia di porre un giudizio inappellabile sull'impegno e l'operare degli altri. Volendo esagerare si potrebbe parlare di onestà intellettuale, ma per non mettere in imbarazzo l'autore lascio perdere. Di quanto scritto mi assumo la responsabilità come lettore del libro e come personaggio raccontato nel libro, nel senso che io c'ero. Luigi C.

La guerra in casa

Anonimo - 23/08/2006 08:56

voto 4 su 5 4

libro sconvolgente che spiega tante cose (non tutte) della prima fase della guerra nella ex iugoslavia. Se non fosse stato scritto da una persona impegnata negli aiuti umanitari ai profughi della ex iugoslavia (l'autore è uno dei capi del Gruppo Abele) questo libro si direbbe scritto da Vittorio Feltri tanto sono estreme e controcorrenti le posizioni assunte. E non è tanto l'elenco delle porcate (dai reati più banali alla manifesta viltà) compiute dai ''mitici'' Caschi Blu dell'Onu a infastidire ma è il senso di inutilità, l'ipocrisia e l'inazione dell'Onu che sconvolge. Mai la Comunità Internazionale ha toccato un punto così basso come a Srebrenica. Questo di Rastello è davvero un libro rivelazione, un libro contro i luoghi comuni del pacifismo, dell'internazionalismo, della cooperazione e della solidarietà: un bel pugno in faccia alle dame di carità. Aveva ragione Emma Bonino quando gridava - disperata e ridicolizzata da tutti - che bisognava bombardare i serbi. Non avevamo capito niente. Quando arriva il nemico rimani da solo, punto e basta. straconsigliato.

La guerra in casa

ianlu - 23/03/2004 13:09

voto 4 su 5 4

...da non perdere sia per coloro che sono interessati alle vicissitudini e alle guerre ''dei balcani'' che per coloro che ignorano i condizionamenti, la corruzione, i giochi politici e la malvagia con cui operano gli organismi internazionali.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima