Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La mia famiglia e altri orrori
La mia famiglia e altri orrori

La mia famiglia e altri orrori

by David Safier
pubblicato da Sperling & Kupfer

16,06
18,90
-15 %
18,90
Disponibile.
32 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

La famiglia Wiinschmann non è felice. La libreria di mamma Emma è sull'orlo del fallimento, papà Frank è stressato dal lavoro, la figlia Fee - in piena pubertà - non combina nulla, insegue amori sbagliati e va male a scuola, dove la testa di suo fratello Max viene regolarmente infilata nella tazza del gabinetto dalla compagna di cui lui, imberbe dodicenne, è segretamente innamorato. Un disastro. Finché un giorno una vecchia amica di Emma le offre l'opportunità di risollevare le sorti del negozio invitandola a una grande festa in maschera in onore di un'autrice famosa. Questo almeno è quello che capisce Emma. I Wiinschmann si presentano quindi trepidanti e travestiti da mostri: Frank è Frankenstein, Fee una mummia, Max un lupo mannaro ed Emma una vampira. Peccato che al party siano tutti in abito da sera! Occasione persa e umore sotto le scarpe. Lo strano quartetto, sempre più depresso, si avvia verso casa. Ma l'incontro con una finta mendicante sta per cambiare per sempre il corso delle loro vite...

La nostra recensione

Berlino. Famiglia Wünschmann. Emma, Frank, Fee e Max. Quattro vite sotto lo stesso tetto, che però sembrano non avere più molto da dirsi. Sono i protagonisti de "La mia famiglia e altri orrori" di David Safier. Emma lavora in una piccola libreria in rovina. Ha qualche chilo di troppo, non riesce più a comunicare con il marito (eternamente stanco per il suo lavoro in banca) e con i figli (in preda alle peggiori peculiarità adolescenziali). Teme il tracollo. Un "bel" giorno, dal passato, arriva Lena, vecchia amica, un po' meno sveglia ma forse più fortunata di lei e oggi brillante e realizzata donna in carriera senza figli. Ed entra in libreria, in splendida forma. Si trova momentaneamente a Berlino (vive a Londra) per il tour della famosa scrittrice Stephenie Meyer: sì, proprio lei, l'inventrice della saga di Twilight. Lena la segue in veste di rappresentante della sua casa editrice. Scatta subito la sopita invidia da parte di Emma: è il lavoro dei suoi sogni, se solo quel lontano giorno il test di gravidanza non fosse risultato positivo. Lena all'epoca accettò il posto destinato a Emma, e il resto è storia. Per uno strano scherzo del destino, però, Lena potrebbe aiutare Emma a risollevare le sorti della libreria, ospitando la Meyer in persona per una lettura. Per favorire l'incontro, invita allora la famiglia Wünschmann a conoscere la scrittrice a una festa presso il prestigioso hotel Ritz-Carlton. Ma per un equivoco imbarazzante la famiglia è l'unica a presentarsi al grande evento in maschera. Emma vestita da vampiro, Frank da mostro di Frankenstein, Fee da mummia e Max da lupo mannaro. Tutti gli altri invitati sono in borghese! E non solo: da quel momento inizia una serie di disastri, uno peggiore dell'altro, che culminano in un incontro fatale con la mendicante Baba Yaga (un riferimento a un personaggio della mitologia russa) che su di loro lancerà una maledizione.
"Che cosa ci hai fatto?" volli sapere.
"Quello che voi avere meritato."
"Che cosa significa questo?" chiesi.
"Può vivere felice solo chi apprezzare la felicità della vita."
"Se volessi parlare con un biscotto della fortuna me ne comprerei uno", dichiarai furiosa. "Io avere trasformato voi tutti."
"Trasformato?"
Trasformato! Sì, perché da "La mia famiglia e altri orrori" di David Safier ci si può aspettare qualsiasi cosa. Comprese le simpatiche illustrazioni di Ulf K. Una bellissima lettera ai lettori alla fine. E molta dissacrante ironia. David Safier è uno sceneggiatore: e in questo romanzo si sente la solidità della trama, unita a trovate spassose, esilaranti a volte, che sono una parodia continua della contemporaneità e dei suoi "mostri". E poi c'è la famiglia: fin dal titolo, si può cogliere l'ispirazione a "La mia famiglia e altri animali" di Gerald Durrell, e si può ritrovare un gruppetto di personaggi dalle marcatissime, inconfondibili personalità, cui ci si affeziona in fretta. Non mancano i momenti di risate ma anche tenerezza e di svolte di ogni tipo, sempre inaspettate. Il bello di questo libro, poi, è che il punto di vista cambia continuamente: così noi ascoltiamo la stessa storia raccontata dalle voci di tutta la famiglia, ne impariamo i difetti ma anche i pregi, viviamo tutte le sfaccettature di una vicenda irreale, eppure credibile. Una lettura particolarmente allegra.
Tazzinadicaffe

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Sperling & Kupfer

Collana Pandora

Formato Rilegato

Pubblicato 20/03/2012

Pagine 307

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788820051990

Traduttore L. Bortot

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "La mia famiglia e altri orrori"

La mia famiglia e altri orrori
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima