Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La rosa e il cavallo
La rosa e il cavallo

La rosa e il cavallo

by Samanta Catastini
pubblicato da Romano Editore

11,05
13,00
-15 %
13,00
Disponibile.
22 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

1778. Una ragazza dell'alta nobiltà francese si trova in contrasto con il padre per le proposte di matrimonio che le offre. I bellissimi cavalli della scuderia paterna fanno gola a molti nobili a scapito del vero sentimento. Ma Rosalie ha un solo amore: i cavalli. Ed è proprio per salvare uno di loro, il sauro Pascal, che incontrerà l'amore.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Romanzi storici , Romanzi e Letterature » Narrativa d'ambientazione storica

Editore Romano Editore

Collana Narrativa

Formato Libro

Pubblicato 21/06/2013

Pagine 174

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788896376867

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
2
3 star
0
2 star
0
1 star
0
La rosa e il cavallo laviniapinello

laviniapinello - 22/12/2013 20:07

voto 4 su 5 4

Il romanzo si svolge in una trama lineare e semplice, delicata, sia nella resa stilistica che nellespressione dei contenuti. Le passioni, le emozioni dei personaggi sono vive e brucianti e così vengono percepite dal lettore a cui vengono trasmesse attraverso leleganza di un rossore appena accennato, uno sguardo, il tocco leggero delle mani. È questa eleganza che definirei ariosa, non appesantita da inutili orpelli e pleonasmi che rende particolare tutto lo svolgersi del romanzo, il tempo in cui si svolge (il 1778), il luogo ( la Francia di Luigi XVI e Maria Antonietta), fanno da cornice a tematiche quanto mai attuali. Una su tutte, la scelta. Scegliere di vivere in una situazione comoda: una bella casa, un belluomo elegante, colto e invidiato, una posizione economica favorita. Oppure scegliere di vivere contro le scelte comuni, scegliere di vivere secondo le proprie idee e aspirazioni. La giovane protagonista, Rosalie, non si troverà infatti a dover scegliere solamente tra due uomini, ciascuno dei quali porterebbe la sua vita su binari completamente opposti ed entrambi con un alto prezzo da pagare, non è solamente questa la scelta che le si impone. La sua è una scelta più intima, è una scelta damore che abbraccia molto più che quello per un uomo. È lamore per la vita nella sua accezione più pura e ampia, che si presenta nella forma del puledro Pascal, è questa la scelta damore per la vita di Rosalie, per il suo modo di concepire la vita. Perché salvando Pascal, Rosalie salva se stessa, scegliendo e facendo scegliere a quello che si rivelerà essere luomo giusto per starle accanto, la strada per la felicità di entrambi.

La rosa e il cavallo dolcissima100

Lady Aileen - 16/11/2013 22:25

voto 4 su 5 4

La rosa e il cavallo è un romanzo che oltre a raccontare una dolcissima storia d'amore e di libertà, in realtà, rappresenta un vero e proprio inno all'amore per i cavalli. I protagonisti di questo romanzo sono tre (tutti si esprimono in prima persona): -Rosalie, la giovanissima nobildonna, che vuole sposarsi per amore e che nutre un affetto sconfinato per i cavalli. E' un po' ribelle ma è determinata e disposta a tutto, perfino a rischiare la propria libertà e reputazione, pur di salvare il suo cavallo Pascal. -Gilles, un affascinante fantino capace di ottenere buoni risultati da cavalli altrimenti scartati dai loro padroni, incuranti del benessere degli animali, ma interessati solo a quanto possono ricavare dalle vincite delle scommesse. -E infine, Pascal, il cavallo che non si limita solo a comparire ma prova dei sentimenti e dei pensieri che l'autrice riesce a dare voce in maniera meravigliosa. Anche se ambientato nel passato (siamo nel 1778) l'autrice porta all'attenzione temi da considerarsi per certi aspetti attuali come la macellazione di animali (che dovrebbero essere considerati come animali da compagnia), i maltrattamenti e lo sfruttamento che subiscono i cavalli da corsa. Il libro non è lunghissimo per questo si legge davvero in breve tempo e tutto d'un fiato perché è una storia davvero coinvolgente. La trama è lineare e semplice, le descrizioni dei luoghi è realistica, curata e con la giusta dose di dettagli, stile scorrevole e delicato. Una lettura piacevole che consiglio agli amanti dei cavalli e non solo.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima