Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La storia di un matrimonio

by Andrew Sean Greer
pubblicato da Adelphi

Prezzo:
18,00 15,30
Risparmio:
2,70 -15 %
In promo:
Centinaia di film 3x2
mondadori card 31 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo lunedì 27 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

"Crediamo tutti di conoscere le persone che amiamo": così Pearlie Cook comincia a raccontarci gli incredibili sei mesi che sono stati, per il suo matrimonio, una sorta di inesorabile lastra ai raggi X. Siamo nel 1953, in un quartiere appartato e nebbioso di ex militari ai margini di San Francisco, e tutto nella vita dei Cook parla ancora della guerra: la salute cagionevole di Holland, i ricordi tormentati di lei, le loro abitudini morigerate e un po' grigie. Una vita per il resto normalissima, come sottolinea la voce ammaliante di Pearlie - mentre la sua testa scoppia di pensieri che forse, via via che si disvelano, preferiremmo non ascoltare. Eppure li leggiamo con avidità, rassicurati dal fatto che lei, palesemente, ha intenzione di dirci proprio tutto. Perché, allora, ci sentiamo invadere da un'ansia arcana, da un senso di vertigine e di smarrimento, come davanti a certe atmosfere torve di Edgar Allan Poe? Non solo per il susseguirsi di colpi di scena che ci avvincono a ogni riga sino a condurci all'unico finale davvero imprevedibile. Non solo per l'uomo venuto dal passato, per la lettera che colpisce come un pugno, per i terribili segreti che si dischiudono a uno a uno... Sarà allora per la dolorosa lucidità con cui la narratrice riesce a indagare la distanza che separa ciascuno di noi dagli altri? O perché a ogni pagina ci chiediamo: come fa Pearlie a sapere tutte queste cose - di noi?

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Adelphi

Collana Fabula

Formato Brossura

Pubblicato  21/10/2008

Pagine  224

Lingua Italiano

Titolo Originale The Story of a Marriage

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788845923289


Traduttore G. Oneto

7 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
4
3 star
2
2 star
0
1 star
0
La storia di un matrimonio

Anonimo - 07/12/2009 09:10

voto 4 su 5 4

Ho conosciuto il titolo in una trasmissione radiofonica, mi ha in curiosito, l'ho letto ed è bellissimo pieno di sentimento e di "verità". Chi è sposato e vive le difficoltà di una coppia che si ama non può non riflettere ! Da leggere.

La storia di un matrimonio

Anonimo - 08/04/2009 18:12

voto 3 su 5 3

A me è piaciuto abbastanza, l'ho trovato un po' lento; in ogni caso è un bel libro e anche io consiglio di leggere le memorie di max tivoli, che ho adorato.

La storia di un matrimonio

Anonimo - 09/02/2009 14:20

voto 3 su 5 3

Storia d'amore molto particolare. Un po' lenta ma piena di sentimento. Un vero trionfo dell'amore vero.

La storia di un matrimonio

Anonimo - 28/12/2008 10:48

voto 4 su 5 4

Non perdetelo, in mezzo a tanta letteratura da quattro soldi spacciata per capolavoro, questo è sopra a tutti della famigerata spanna. E per chi non avesse letto dello stesso autore "Le confessioni di Max Tivoli" ponga riparo alla mancanza. E' un altro 4 stelle.

La storia di un matrimonio

Anonimo - 05/12/2008 23:33

voto 4 su 5 4

Non perdete questo romanzo. Straordinario per la capacità dell'autore (uomo) di immedesimarsi nei sentimenti di una donna Pearlie che si batte per non perdere il suo uomo. Non è un giallo, ma è bene non svelare oltre la trama per non sciupare il piacere della lettura e della scoperta.

La storia di un matrimonio

Anonimo - 03/12/2008 19:56

voto 5 su 5 5

Come dice Antonio D'Orrico, il libro di Greer è un romanzo che quasi spaventa per la bellezza della storia.L'autore, dopo ben sessanta pagine, riesce inaspettatamente a stupire il lettore rivelando particolari nuovi sui personaggi e lo costringe a reimpostare quei parametri che normalmente ritrova nelle prime pagine di un romanzo. Greer sa inserire quando meno uno se l'aspetta, a sostegno di un pensiero o di una situazione, commenti figurati che diventano quasi aforismi, rendendo un po' più accettabile quella misteriosa incomprensione che regna nei rapporti tra gli umani. Forse il meno completo come descrizione è proprio il marito della protagonista narrante: con la sua bellezza, la sua vaghezza e accondiscendenza, risulta il più indefinibile dei personaggi. Persino il cagnolino di Sonny, figlio di Pearlie e Holland Cook, non è scontato: scappa e ritorna proprio in un giorno decisivo per la coppia, ma soprattutto Lyle è un cane che non abbaia. Ed è forse proprio per questo che Pearlie l'ha scelto: non deve disturbare il cuore "che lei crede malato di Cook". Per la stessa ragione, per evitargli sofferenza e dolore, Pearlie ritaglia le brutte notizie dai giornali che Holland Cook legge ogni giorno (... e se noi oggi facessimo la stessa cosa, che cosa rimarrebbe di un quotidiano italiano?). Sembra un romanzo basato sull'incomprensione (anche qui, consapevole del rischio, D'Orrico a ragione definisce lo stile di Greer quasi "shakespeariano") e sulla mancanza di dialogo, sui silenzi e sulle supposizioni che gravano in una coppia. Ma l'autore descrive bene anche l'ambiente in cui fa muovere i suoi personaggi facendo risaltare il periodo difficile vissuto da un'America appena uscita dalla seconda guerra mondiale, ma già coinvolta nella guerra di Corea: un Paese fiero della sua capacità di intervenire nelle cause belliche mondiali (e quindi, deciso anche nell'opprimere e umiliare i giovani americani che non vogliono fare la guerra), ma anche un Paese con enormi sacche di povertà e problemi di convivenza tra bianchi e negri. Alla fine si fa fatica a staccarsi da questo romanzo, ma Greer, ancora una volta, stupisce concedendo generosamente un filo di speranza. Franca Cecchinato

La storia di un matrimonio

Anonimo - 14/11/2008 16:22

voto 4 su 5 4

Bellissimo libro, ben scritto. Delicato e intelligente, non si deve raccontare per non rovinare il piacere al lettore. Tratta di dinamiche ben note a chi è sposato, tuttavia riesce a commuovere. Da leggere.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima