Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Lettere di un condannato. Storie esemplari di ingiustizia italiana

by Lino Jannuzzi
pubblicato da Mondadori

Prezzo:
15,20 7,60
Risparmio:
7,60 -50 %
In promo:
3x2 su migliaia di libri
mondadori card 15 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo venerdì 27 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

"L'attività di giornalista che Lino Jannuzzi continua a svolgere non può favorire il processo rieducativo del condannato... Il condannato non ha maturato fino a oggi alcun ravvedimento... non dà nessuna garanzia di affidabilità ... dimostra una personalità difficilmente assoggettabile... e la persistenza di un atteggiamento mentale giustificativo del proprio comportamento antidoveroso." Così scrivono i magistrati di Napoli nella sentenza che rifiuta di accordare a Jannuzzi il regime di semilibertà o gli arresti domiciliari dopo una condanna a due anni, cinque mesi e dieci giorni di galera per diffamazione. Da anni il giornalista conduce una battaglia civile contro gli abusi della magistratura e per la difesa dei diritti degli imputati. I suoi 'tazebao', come manifesti esposti nella pubblica piazza, sono uno straordinario strumento di informazione e di denuncia politica, un mezzo attraverso il quale migliaia di lettori vengono aggiornati ogni settimana sullo stato dei grandi processi di mafia (dal caso di Enzo Tortora a quelli del senatore Andreotti e dell'ex dirigente del Sisde Bruno Contrada), sull'uso dei pentiti che negli ultimi anni li ha caratterizzati, e in generale sullo scontro in atto fra classe politica e magistratura. In questo libro è raccolta e presentata una scelta dei più recenti scritti del giornalista. Sono le 'prove' irrefutabili della sua recidività: "Persistendo la residua pericolosità del reo e il pericolo di recidiva... non pare opportuno che il condannato possa continuare a svolgere l'attività di giornalista". Il processo rieducativo e la 'risocializzazione', dunque, si possono fare soltanto in carcere. L'imputato, infatti, è caduto nella stessa colpa di prima, persiste, persevera nello stesso peccato e reato, è ostinato, incallito, pervicace, ribelle.

Dettagli

Generi Politica e Società » Politica e Istituzioni » Istituzioni e organizzazioni

Editore Mondadori

Collana Frecce

Formato Rilegato

Pubblicato  01/01/2003

Pagine  224

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804517948


Prefatore Carlo Rossella

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Lettere di un condannato. Storie esemplari di ingiustizia italiana

Anonimo - 09/06/2003 11:08

voto 5 su 5 5

Da far rizzare i capelli in testa, un panorama incredibile dei delitti perpetrati da coloro che, invece di servire la Legge, ritengono di esserne gli unic detentori

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima