Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)
Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

by Pablo Tusset
pubblicato da Feltrinelli

Prezzo:
8,00 6,80
Risparmio:
1,20 -15 %
mondadori card 14 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo mercoledì 14 dicembre.  (Scopri come).

Descrizione

Cosa succede quando Pablo 'Baloo' Miralles, trentenne disadattato e arrogante, fannullone, misogino, oltre che pecora nera e noto filosofo della Rete, si trova coinvolto in un mistero nel quartiere più 'figo' di Barcellona? A bordo di un coupé con aria da pantera Bagheera e con un senso dell'umorismo brillante, originale e pungente, Pablo ci guida nei meandri di una storia ricca di allegri sprazzi alcolici, divagazioni veneree e pagine web dal dubbio contenuto, sulle tracce di suo fratello Sebastian, detto 'The First', presidente della Miralles & Miralles, la prospera azienda di famiglia. Una fuga con l'amante? La vendetta di qualche impostore della concorrenza? Un rapimento? L'agitazione dei familiari costringe Pablo a improvvisarsi detective. Proiettato in un'esilarante avventura al fianco dell'amica Fina, eroina naif, si ritroverà prigioniero nei labirinti di un'inquietante Fortezza, cittadella invisibile, celata nelle viscere di un'inedita Barcellona dalle mille meraviglie.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Gialli, mistery e noir , Romanzi e Letterature » Gialli, mistery e noir

Editore Feltrinelli

Collana Universale economica

Formato Libro

Pubblicato  01/01/2004

Pagine  310

Lingua Italiano

Titolo Originale Lo mejor que le puede pasar a un cruasan

Lingua Originale Spagnolo

Isbn o codice id 9788807817793


Traduttore Tiziana Gibilisco  -  T. Gibilisco

15 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
2
4 star
8
3 star
2
2 star
3
1 star
0
Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Anonimo - 13/01/2010 08:12

voto 4 su 5 4

Ho letto commenti piu positivi che negativi e mi allineo con chi ha trovato il libro bello. Mi sono fatto quattro risate, ho inseguito anche io THE FIRST cercando di capire dove fosse finito... insomma ho passato del bel tempo. E basta con la gente che trova tutto noioso, scontato e già visto: di mattoni la letteratura è piena, leggetevi quelli se i libri leggeri non vi piacciono ;-). Alla prossima

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Anonimo - 13/10/2009 16:31

voto 4 su 5 4

Spesso scurrile, a volte assurdo, ma divertente! Un libro per staccare, per rilassarsi, per farsi qualche risata. Un giallo che si legge senza fretta, perchè in fondo scoprire che fine ha fatto "the First" è in un certo senso, secondario rispetto alle avventure di suo fratello improvvisatosi detective. Consigliato.

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Anonimo - 03/12/2008 19:40

voto 2 su 5 2

Godibile, giusto per affaticare gli occhi prima di addormentarsi. A tratti divertente, come i frequenti ''botta e risposta'' del protagonista con i vari personaggi. Per il resto la trama poteva essere sviluppata meglio, soprattutto nel finale. Consiglierei comunque di leggerlo, le risate non mancheranno.

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Anghelus00 - 10/04/2008 13:49

voto 4 su 5 4

Un libro da ''sniffata'', noooo, non di coca, come capita di fare a Pablo, ma di zucchero a velo! Una storia divertente, moderna e irriverente, allegorica e leggera. Un libro di quelli che ti confonde, non sai se stai leggendo una storiella o un giallo fitto e intricato. Un libro di quelli che con avanti il cappuccino e la brioche scorre tranquillo. Un libro che letto nel tempo libero ti fa passare la noia! Bello, nuovo e simpaticissimo!

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Anonimo - 18/08/2007 12:02

voto 3 su 5 3

Una bella storia ambientata a Barcellona, un intrigo dietro l'altro con un finale veramente inatteso. Il protagonista è una macchietta...

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Gabriele Carta - 03/12/2005 12:20

voto 2 su 5 2

Geniale?Impagabile?Originale? No,così non vale: per favore, non abusiamo di questi termini per certi libri. Il romanzo di Tusset è tremendamente farraginoso, con personaggi che popolano le pagine della narrativa contemporanea visti decine e decine di volte. Dovrebbero vietare per legge di scegliere come protagonisti dei propri libri i figli di papà che hanno deciso di non percorrere le orme familiari e che rinnegano questa società troppo stretta per la loro intelligenza incompresa. Non si esce fuori dallo stereotipo del trentenne cinico e disilluso, come il personaggio in questione, e per di più, intorno al giovane rampollo e ribelle di famiglia, ruota una storia scandalosamente leggera. Però, uno che ha sentito tutte quelle esaltanti recensioni, magnificate per promuovere il libro, si aspetta che la trama acquisti di peso col passare delle pagine, ci sia qualche spunto geniale, qualche battuta da ricordare. Niente. Nada. Ma si può? E del finale ne vogliamo parlare? No, quello prorpio no: così come è finito, parafrasando il ''geniale'' autore, è il peggio che possa capitare ad un racconto.

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Giuseppe Ruocco - 21/09/2005 01:56

voto 5 su 5 5

Un autore a dir poco sconosciuto capace di sfiorare ma allo stesso tempo colpire con forza...beh, si, una frase fatta ma leggete il libro, capirete...ve lo consiglio vivamente. Il libro non credo possa essere classificato in una sola categoria (ok, é fatta anche questa) ma assicuro a chi è in cerca di un libro divertente molte ma molte risate e a chi piace il giallo,i rebus, gli intrighi e qualche crapula tra una pagina e l' altra Tusset regala scene davvero al limite della decenza... Ah già...dimenticavo, è praticamente anche un ottimo libro di cucina... Buona lettura Pablo Tusset

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Anonimo - 08/08/2005 20:49

voto 2 su 5 2

Molto molto leggero.....tipico libro estivo senza pretese... A volte il protagonista del romanzo mi infastidiva con la sua sciattezza!!

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Daniele - 15/06/2005 15:31

voto 4 su 5 4

Questo è il giusto aggettivo per questo libro. Dall'inizio alla fine Tusset descrive e rende vivo un personaggio ai margini del nostro mondo e gli costruisce intorno un giallo familiare da risolvere con strumenti a lui nuovi ed inconsueti. Bolidi da brivido, amiche ''ingenuotte'', fratelli scomparsi, cognate misteriose e detective troppo seri. La fortezza potrebbe esistere dietro l'angolo di casa nostra, ma non abbiamo tempo per raccogliere lo straccetto rosso appeso. Un libro avvincente dall'inizio alla fine con un messaggio subliminale che ci rincorre e ci stordisce: dov'è l'uscita di sicurezza di questo mondo che non ci piace?...

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Mauro - 03/01/2005 22:51

voto 4 su 5 4

Impagabile, tutti i tic del noir presi ferocemente per i fondelli. Scrivere un noir non e¿ banale, qui pare che l¿autore ci abbia rinunciato dall¿inizio preferendo dissacrare un genere troppo praticato anche da chi non dovrebbe. Non concordo assolutamente sulla lettura ''estiva'' ---- forse esagero ma vedo molto profondo in questo libro.

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Ale - 29/12/2004 10:48

voto 5 su 5 5

Azzardo le 5 ''stelline'' per l'originalità dello stile e la cura nel rendere assolutamente avvincente e irresistibilmente divertente la lettura delle vicissitudini di questi improbabili eroi moderni. Consigliato a chi cerca una piacevole alternativa alla tv.

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Willliam - 20/08/2004 15:11

voto 3 su 5 3

Una lettura piacevole, scorrevole, esilarante; in alcuni punti non ci si può proprio trattenere dal ridere. E' la classica lettura ''sotto l'ombrellone'', spensierata. Non mancano però cadute di tono che scadono nella volgarità; inoltre ci sono varie incongruenze nella trama, giustificate solo dal fatto che si tratta pur sempre di una ''fiction'' incentrata sull'ironia e sulla comicità.

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Anonimo - 06/07/2004 14:04

voto 4 su 5 4

lettura molto estiva, intrigante, coinvolgente e lessicalmente curata. Davvero piacevole alla lettura, sia per la trama insolita e spiritosa, sia per la capacità dimostrata dall'autore di tenere gli occhi del lettore inchiodati alla pagina!

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Anonimo - 07/05/2004 16:01

voto 4 su 5 4

divertente, ironico, moderno

Meglio che possa capitare a una brioche (Il)

Cocco - 15/03/2004 13:39

voto 4 su 5 4

Non sarà un capolavoro della letteratura spagnola ma è veramente magnifico. Ironico, divertente, filosofico, non riesci a staccare gli occhi dal libro... o meglio... arrivi a centellinare la lettura per paura che finisca troppo presto! Non vedo l'ora che esca il prossimo. Consigliato a chi cerca una lettura di intrattenimento ma non banale... come il titolo.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima