Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Metà di due rupie. L'incredibile storia di Edhi e Bilquis, gli eroi della solidarietà
Metà di due rupie. L'incredibile storia di Edhi e Bilquis, gli eroi della solidarietà

Metà di due rupie. L'incredibile storia di Edhi e Bilquis, gli eroi della solidarietà

by Lorenza Raponi - Michele Zanzucchi
pubblicato da San Paolo Edizioni

Prezzo:
14,00 11,20
Risparmio:
2,80 -20 %
mondadori card 22 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo mercoledì 25 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Il libro è la narrazione di un viaggio in Pakistan, nel quartiere generale di Edhi, da parte di due giornalisti italiani. Edhi è un pakistano ormai avanti nell'età che ama definirsi un social worker e null'altro, un umile lavoratore sociale. Così recita la motivazione di uno dei più prestigiosi Premi internazionali:"Per il suo altruistico lavoro, durato tutta la vita, a favore dei più poveri e della pace; per essere sempre andato alla ricerca di chi ha bisogno e di cui nessuno si cura (Premio Balzan 2000)". Con una professionalità degna di un'industria europea, pulizia, ordine, rigore, puntualità, la sua fondazione (www.edhifoundation.com) svolge una attività di primo soccorso, aiuto all'handicap, ospedali, dispensari, counseling familiare, aiuto agli orfani e ai più poveri. Nulla di improvvisato e di approssimativo. La carità, dice Edhi, esige la più alta professionalità. 500 ambulanze in movimento su tutto il territorio e un sistema di soccorso sulle grandi strade del Paese ogni 25-50 chilometri; tre milioni di bambini poveri curati, un milione di handicappati assistiti, 80 mila tossicomani e malati mentali riabilitati, 22mila neonati abbandonati salvati da morte sicura. E poi ambulanze, mense popolari, protezione civile. Milioni di assistiti con il lavoro di 350mila volontari, aiuti alimentari per i poveri, un centro per malati di cancro; un servizio di uffici funebri per salme non rivendicate.

Dettagli

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Metà di due rupie. L'incredibile storia di Edhi e Bilquis, gli eroi della solidarietà

Anonimo - 12/08/2007 18:01

voto 4 su 5 4

Non sempre, anche se aiuta a capire, basta il romanzo: spesso è necessaria la testimonianza diretta, il réportage classico, il viaggio vero dentro le situazioni, per dar conto a chi è lontano, di realtà difficilmente immaginabili. Lorenza e Michele ci guidano all'interno della miracolosa organizzazione di una coppia di pakistani, Edhi e sua moglie Bilquis dallo splendido sorriso, benefattori islamici che possono essere equiparati a Teresa di Calcutta per la gratuità e grandiosità del progetto che hanno saputo mettere in piedi per aiutare il loro popolo ad uscire dall'ignoranza, dall'analfabetismo, dalla violenza sui disabili,sui vecchi abbandonati,sui rifugiati,sui neonati abbandonati, sui bambini, sulle donne. La società islamica viene raccontata nel suo aspetto più tollerante, meno ideologizzato, più vicino all'umanità nel senso più ampio del termine. Edhi, già premiato a livello internazionale per la sua coraggiosa opera a favore di tutti gli uomini e le donne in difficoltà non solo nel suo paese, verrà presto in Italia, per ricevere un altro riconoscimento. Sarebbe importante che molti antiisalmici e razzisti nostrani, leggessero questo libro importante e coinvolgente: come dicono Edhi e sua moglie, la cosa peggiore è l'analfabetismo e l'ignoranza, combattere le quali è un dovere primario, anche nelle nostre società cosiddette evolute&civili!!! Ecco allora l'immagine della scuola, con i piccoli studenti rigorosamente in divisa, anche se poverissimi, che ci consegnano un messaggio di speranza.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima