Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Metafisica tedesca con le annotazioni alla Metafisica tedesca. Testo tedesco a fronte
Metafisica tedesca con le annotazioni alla Metafisica tedesca. Testo tedesco a fronte

Metafisica tedesca con le annotazioni alla Metafisica tedesca. Testo tedesco a fronte

by Christian Wolff
pubblicato da Bompiani

29,75
35,00
-15 %
35,00
Disponibile.
60 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Christian Wolff (1679-1754), amico e corrispondente di Leibniz, fu la figura più emblematica dell'Illuminismo tedesco. In un'epoca in cui, nonostante l'affermazione del francese postcartesiano, la lingua colta di filosofi, eruditi e scienziati d'Europa restava ancora il latino, Wolff fu l'iniziatore della lingua filosofica tedesca, la quale per suo merito divenne un indispensabile strumento dell'attività scientifica e acquistò una insospettata quantità di possibilità espressive. In uno stile scarno e con un rigore metodologico che nessun filosofo tedesco aveva mai in precedenza mostrato, conquistò un pubblico completamente nuovo; un evento, questo, di grande significato socio-culturale, che gli fece meritare l'appellativo di 'praeceptor Germaniae'. Capolavoro di questa epocale impresa linguistica furono i "Pensieri razionali intorno a Dio, al mondo, all'anima dell'uomo e anche a tutti gli enti in generale" (per brevità denominati "Metafisica tedesca"), pubblicati da Wolff nel 1720: era l'ultimo periodo del suo soggiorno a Halle, città in cui esercitava all'epoca il suo dominio incontrastato la filosofia di Christian Thomasius, orientata in direzione psicologistica e antropologica. La "Metafisica tedesca" rappresentava appunto una reazione all'impostazione antimetafisica della filosofia thomasiana, e segnò una ripresa della tradizione ontologica ed enciclopedica della Scolastica del Seicento, integrata con le istanze più vive della filosofia cartesiana, quale per esempio l'adozione del metodo matematico nella trattazione degli argomenti ontologici. La pubblicazione della Metafisica tedesca suscitò un'aspra e lunga controversia (1723-1735) con i teologi dell'università di Halle, in particolare con H. Franke e J. Lange, i quali accusarono l'autore di determinismo e di misconoscimento della concezione religiosa dell'uomo. Per difendersi da tali accuse Wolff intraprese a scrivere quell'imponente e sistematica apologia filosofica che va sotto il titolo di "Annotazioni alla Metafisica tedesca", per la prima volta tradotta dal tedesco nel presente volume.

Dettagli

Generi Psicologia e Filosofia » Filosofia occidentale e Storia della filosofia » Filosofia occidentale: dal 1600 al 1900

Editore Bompiani

Collana Il pensiero occidentale

Formato Rilegato

Pubblicato 01/01/2003

Pagine 1552

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788845292156

Traduttore Raffaele Ciafardone

Curatore Raffaele Ciafardone

Introduttore Raffaele Ciafardone

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Metafisica tedesca con le annotazioni alla Metafisica tedesca. Testo tedesco a fronte"

Metafisica tedesca con le annotazioni alla Metafisica tedesca. Testo tedesco a fronte
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima