Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Miracolo d'amore-La penna di Donney
Miracolo d'amore-La penna di Donney

Miracolo d'amore-La penna di Donney

by Ruggero Pegna
pubblicato da Rubbettino

Prezzo:
14,00 11,90
Risparmio:
2,10 -15 %
mondadori card 24 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 4 aprile.  (Scopri come).

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Rubbettino

Formato Brossura

Pubblicato  01/01/2005

Pagine  237

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788849813364


1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Miracolo d'amore-La penna di Donney

Anonimo - 22/11/2008 16:08

voto 5 su 5 5

Un "sì" alla Fede, da "degenza 5". A ventiquattro ore dall'altare, sotto mentite spoglie di un fortissimo mal di pancia, la leucemia. La Leucemia. Come un ospite inaspettato, eccolo lì, pronto a rovinarti la festa. La festa della vita. Un flop per il tuo "spettacolo". Il concerto faticosamente sognato, da anni, bugia, da sempre. Eppure credevi, vedevi già sold out. In scena, allora, solo l'improvvisazione. E anche quelle che stimavi migliori capacità organizzative si mettono a fare i capricci. Musiche stonate, armonie tendenti al frastuono. Vibrazioni. Emozioni diverse si diramano, smarrendosi. Lacrime di rabbia e di impotenza: è la finitezza umana, dell'uomo eterno bambino a soccombere, con la stessa fragilità delle foglie d'autunno in salto mortale. Il mostro, il "drago" ci prova, insomma, ignaro di miracoli d'amore. Il Miracolo d'amore al di là di una lunga galleria, di un incommensurabile cono d'ombra che serra l'anima. Vuoto. Voli pindarici, voli verso un oltre prefigurato e duramente abbozzato. Dolori, trasfusione dopo trasfusione: è la fine. Morte. Ipso facto, un arcobaleno di speranza fino a raggi di luce. Un atto d'amore. Anello all'anulare del cuore, per bionde siringhe d'amore di nome Monica. Eterni attimi di amore. Alla ricerca di un midollo compatibile: il celestiale trapianto. Confetti, dunque, e non solo: lottare, imparare a fare a pugni, in preghiera, per spegnere anche la quarantesima candelina. «"Lo accetto come Tua volontà", dissi guardando il cielo. Era arrivato il momento, anche per me di soffrire per la salute e lottare per la vita. Sì, soffrire, con la voglia di lottare, di fare tutto per rimettere le cose a posto, di riuscire a guarire». Una leucemia mieloide acuta faceva, forse, da "provvida sventura": un male temporaneo in virtù, magari, di un bene futuro maggiore. Il salvifico intervento della Grazia per affrontare una forza altrettanto misteriosa qual è la leucemia. Dopo "Soffri e sii grande", un fascio di luce sull'ombra. Fili di parole, sotto un cielo stellato (di fiaccole, pure, internazionali): telefonate, sms, e-mail, lettere, brevi telegrammi, pensieri. Il "profumo" della Santa del proprio cuore: Natuzza Evolo. Gli affetti vicini, "online". Ponti di umanità datati 2002. Ottobre duemiladue! Dal quattro ottobre 2002 al 14 agosto 2003: il limbo. L'"inverno" prematuro, a digiuno di "santo rock", di Ruggero Pegna. Una "casa" in via Pio X: Ospedale di Catanzaro, stanza numero cinque, e nuovi "compagni d'arme". Infermieri, medici, caposala, malati... E poi, pillole, pezzi di carta: La penna di Donney. Una meditazione su se stesso, puntando il mare-padre, dalla riva arida e spinosa di un esilio impensato. Una commovente Consolatio ad Familiares, scrivendo a Marco, destinata a iuvare alios (di donarsi al servizio degli altri) attraverso la cura dell'animo, l'amore dell'anima. Il romanzo non di una, ma due condanne a morte: quella di un detenuto, il detenuto 114, e di un malato di leucemia. Rosa Cosco

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima