Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Monuments men. Eroi alleati, ladri nazisti e la più grande caccia al tesoro della storia
Monuments men. Eroi alleati, ladri nazisti e la più grande caccia al tesoro della storia

Monuments men. Eroi alleati, ladri nazisti e la più grande caccia al tesoro della storia

by Bret Witter - Robert M. Edsel
pubblicato da Sperling & Kupfer

Prezzo:
23,50 19,97
Risparmio:
3,53 -15 %
mondadori card 40 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo giovedì 30 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

Li chiamavano "Monuments Men". Erano soldati, tanto coraggiosi quanto improbabili. Un esiguo plotone di topi di biblioteca, colti e appassionati, arruolati nell'esercito alleato durante il secondo conflitto mondiale e spediti nell'Europa in fiamme con una missione precisa: salvare i capolavori dell'arte. Mentre Hitler invadeva un Paese dopo l'altro, infatti, le sue armate si impadronivano di sculture e dipinti secondo un piano sistematico per concentrare le opere più importanti nelle mani dei tedeschi. Fu così che intellettuali, artisti, direttori e conservatori di musei - su mandato di Roosevelt - si trovarono a lottare per impedire il più grande furto artistico della Storia. Il loro compito era inizialmente quello di limitare i danni dovuti ai combattimenti, ma in seguito la missione si concentrò sulla localizzazione dei beni trafugati. Pochi, isolati, e senza disponibilità di uomini e mezzi, ingaggiarono la loro speciale battaglia contro il Fuhrer. In una gara contro il tempo, irta di ostacoli, raccontata con il ritmo di un thriller, ciascuno di loro dovette ricorrere a ogni possibile stratagemma per salvare chiese e monumenti dalla distruzione, riportare alla luce collezioni inestimabili sepolte nelle viscere della terra, seguire per tutto il continente le tracce di opere uniche al mondo. Aiutati da collaboratori altrettanto oscuri e determinati - come Rose Valland, impiegata francese che corse enormi pericoli; parroci, archivisti e semplici cultori...

La nostra recensione

Chi di noi fra le sale degli Uffizi o del Louvre si è mai domandato come hanno fatto a salvarsi quei capolavori dai disastri della guerra e dell’occupazione nazista? Fra gli altri suoi atroci obiettivi Hitler aveva infatti anche quello della sistematica spoliazione dei patrimoni artistici dei paesi occupati per creare un grande centro artistico del Reich millenario, il Führemuseum. Non viene spontaneo pensarci; durante un conflitto di quelle proprorzioni ovviamente sono ben altre le priorità, eppure la tutela del patrimonio artistico e culturale era (e lo è stato anche nei conflitti regionali più recenti, si pensi a ex-Jugoslavia, Iraq, Afghanistan) un compito e una missione di grande importanza. La cultura identifica una società e il suo patrimonio artistico è parte “viva” di ogni civiltà; se questo patrimonio viene sottratto, distrutto o disperso non siamo in presenza di un semplice danno materiale, ma di un irreparabile danno spirituale e culturale. È quello in cui credevano i Monuments Men, chiamati a dar vita a una vera e propria caccia al tesoro tra episodi grotteschi, drammatici, eccezionali per sottrarre alle mani naziste o alla rovina decine di migliaia di capolavori dell’umanità, tra cui opere di Leonardo, Vermeer, Michelangelo, Rembrandt etc. Questo libro avvincente - basato su lettere diari e testimonianze dei protagonisti - si snoda sullo sfondo dei combattimenti e dei caotici mesi che seguirono alla fine del conflitto, e ritrae questi eroi inusuali (e improbabili: intellettuali e studiosi più a loro agio con voluminosi tomi che con armi e spie) come piccoli David della cultura e dell’arte in lotta contro il Golia nazista, esposti a rischi, ostacolati in ogni modo da insidie e pericoli. Ecco perché il racconto della loro missione avventurosa e valorosa risulta appassionante ed eccitante, e non stupisce nemmeno che una vicenda così intrigante e piena di peripezie e imprevisti e animata da personaggi sorprendenti abbia fatto gola a Hollywood.
Antonio Strepparola

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia dell'Europa » Storia: specifici argomenti » Storia militare , Arte Beni culturali e Fotografia » Beni culturali » Restauro e conservazione » Collezionismo e Antiquariato » Conservazione e restauro delle antichità

Editore Sperling & Kupfer

Collana Saggi

Formato Rilegato

Pubblicato  04/03/2013

Pagine  417

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788820048341


Traduttore D. Fasic

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Monuments men. Eroi alleati, ladri nazisti e la più grande caccia al tesoro della storia gabriele.bianconcini

gabriele bianconcini - 16/10/2013 16:36

voto 4 su 5 4

Un libro che ripercorre gli avvenimenti degli anni dell'ultimo conflitto mondiale dallo sbarco in Normandia alla vittoria sulla Germania, di un gruppo di militari il cui unico scopo era di preservare e conservare le opere d'arte. E' una sorta di diario, arricchito da copie delle lettere che gli stesi militari spedivano alle loro famiglie, dal quale emerge il loro stato d'animo e le loro difficoltà a compiere il proprio dovere, in un esercito che per la prima ed ultima volta creerà questa divisione. Infatti durante le guerre che si sono succedute non c'è stato più nessun tipo di protezione o tutela delle opere d'arte, vedi lo scempio dei reperti nel museo di Baghdad. Un'ultima segnalazione; George Clooney ha preso spunto da questo volume per il suo ultimo film.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima