Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Nati per morire, destinati a vivere. Il problema della comunicazione della diagnosi nell'AIDS infanto-adolescenziale
Nati per morire, destinati a vivere. Il problema della comunicazione della diagnosi nell'AIDS infanto-adolescenziale

Nati per morire, destinati a vivere. Il problema della comunicazione della diagnosi nell'AIDS infanto-adolescenziale


pubblicato da Franco Angeli

21,00
Disponibile.
42 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Nato dalla collaborazione tra le U.O. di Immunoinfettivologia e di Neuropsichiatria del Bambin Gesù di Roma, questo libro tenta di evidenziare i risvolti psicologici dei bambini e degli adolescenti affetti da HIV, avvicinando il lettore al loro vissuto, alla necessità di accogliere ed elaborare le paure dell'infezione e sostenendo i giovani malati, le famiglie e i medici che li supportano.

Dettagli

Generi Salute Benessere Self Help » Sesso e Sessualità , Scienza e Tecnica » Medicina » Clinica e Medicina interna » Psichiatria e Psicologia clinica

Editore Franco Angeli

Collana Psicoterapie

Formato Libro

Pubblicato 01/01/2002

Pagine 152

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788846440754

Curatore Francesco Montecchi  -  F. Montecchi

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Nati per morire, destinati a vivere. Il problema della comunicazione della diagnosi nell'AIDS infanto-adolescenziale"

Nati per morire, destinati a vivere. Il problema della comunicazione della diagnosi nell
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima