Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Oceano mare
Oceano mare

Oceano mare

by Alessandro Baricco
pubblicato da Feltrinelli

Prezzo:
9,00 7,65
Risparmio:
1,35 -15 %
mondadori card 15 punti carta PAYBACK
Disponibilità immediata.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo venerdì 24 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

"Oceano mare" racconta del naufragio di una fregata della marina francese, molto tempo fa, in un oceano. Gli uomini a bordo cercheranno di salvarsi su una zattera. Sul mare si incontreranno le vicende di strani personaggi. Come il professore Bartleboom che cerca di stabilire dove finisce il mare, o il pittore Plasson che dipinge solo con acqua marina, e tanti altri individui in cerca di sé, sospesi sul bordo dell'oceano, col destino segnato dal mare. E sul mare si affaccia anche la locanda Almayer, dove le tante storie confluiscono. Usando il mare come metafora esistenziale, Baricco narra dei suoi surreali personaggi, spaziando in vari registri stilistici.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Feltrinelli

Collana Universale economica

Formato Tascabile

Pubblicato  08/07/2013

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788807883026


11 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
9
4 star
0
3 star
1
2 star
1
1 star
0
Oceano mare vale_003

vale_003 - 13/03/2017 11:45

voto 5 su 5 5

#lamiarecensione. Non sono una grande estimatrice di Alessandro Baricco, diciamo che lo ritengo piuttosto sopravvalutato. Eppure questo libro mi è entrato dentro in un modo difficile da spiegare. È difficile anche recensirlo, perché non racconta una vera e propria storia. Sì, racconta del naufragio della fregata della marina francese e racconta di strani personaggi che si incontrano nella locanda Almayer, ai confini del mare. Però a mio avviso non è questo il fulcro del libro, sono le emozioni che esso suscita, i sentimenti che scatena e i personaggi. In particolare la descrizione di questi ultimi è ciò che più mi ha colpito, sono così ben caratterizzati che mentre si leggono le pagine è possibile vederli davanti ai propri occhi. E le parole. Le immagini che fuoriescono dalle parole scelte dallautore sono così belle che non appena finisci la pagina hai voglia di tornare indietro e leggerla di nuovo al fine di scolpire questo quadro nella mente per sempre. Mi sono immedesimata in questi strambi personaggi e porto nel cuore in particolare Bartleboom, Plasson e Ann Deverià. Il mio giudizio complessivo è più che positivo e, anche se non siete amanti di Baricco, vi invito a leggere questo libro perché è davvero un gioiellino.

Oceano mare simone1bianchigmailcom

simone1bianchigmailcom - 20/02/2017 14:32

voto 3 su 5 3

#lamiarecensione Oceano mare di Alessandro Baricco è il solito libro di Alessandro Baricco: scritto indubbiamente bene, con una capacità narrativa quasi unica nel panorama della prosa italiana: le scene e i personaggi che intavola sulla pagina sono unici e spesso originali, ci si può riconoscere ognuno di noi perché assomigliano a ognuno di noi ma allo stesso tempo sono vivi e rivendicano una propria personalità. Tuttavia alla fine, dopo le stupende frasi sulle passeggiate in spiaggia, sulla descrizione dei quadri, dopo le storie di amore, solitudine, tristezza, violenza, compagnia e amicizia, dopo un racconto ricco di aggettivi ed espressioni lacrimevoli, non resta niente. Oceano mare è adatto allestate, alladolescenza, ai momenti più tristi di quel periodo della nostra vita, ma solo come passatempo e non è niente di più. Non lo legga insomma chi vuole davvero conoscere qualcosa di più sulla natura delluomo o sulla sua psicologia, perché dopo aver voltato lultima pagina resterà solo un grande vuoto, da riempire con un libro più incisivo.

Oceano mare alicebdslocatelli

Alice Locatelli - 17/02/2017 10:41

voto 5 su 5 5

Leggete oceano mare, perché vi resta dentro, perché vi cambia, perché vi fa scoprire cose di voi che non conoscevate.. Mi sono persa e ritrovata in queste pagine, poi di nuovo persa.. Quando ero una ragazzina pensavo che tutte le persone vivessero felici, rilassate e serene, pensavo che le mie paure fossero una rara eccezione, quando sono cresciuta ho capito che le persone portano una bella maschera, si imbottiscono di pillole, di bugie, piangono di nascosto la notte, si estraniano dal loro corpo.. Io questa maschera non la sono mai riuscita a portare, non ho quella capacità di nascondere ciò che sono e forse questo libro mi è rimasto dentro perché le persone descritte sono oneste con se stessi e con gli altri, si mostrano nudi, con le paure, le fragilità, non fingono di essere cortesi, non fingono e basta. Fatevi una lettura e un pianto liberatorio..

Oceano mare sole95_

Solidea Damiani - 16/02/2017 16:00

voto 5 su 5 5

#lamiarecenzione. Alessandro Baricco,sicuramente uno scrittore sottovalutato. Oceanomare è il mio libro preferito, è perfetto e assurdo. Ci sono così tanti personaggi che allo stesso tempo stupiscono e incantano. Amo Baricco perchè nonostante tutti i libri che ha scritto non è mai banale, e nessun racconto somiglia all'altro. Sicuramente consiglio questo libro. Consiglio di non divorarlo nonostante sia quasi impossibile ma di soffermarsi, di navigare le pagine di questo OceanoMare pazientemente, pretendendo fino all'ultima pagina di capire, senza pregiudizi.

Oceano mare federicam1998

federicam1998 - 15/02/2017 16:04

voto 5 su 5 5

Sabbia a perdita d'occhio, tra le ultime colline e il mare - il mare nell'aria fredda di un pomeriggio quasi passato, e benedetto dal vento che soffia da nord. La spiaggia. E il mare. Così, in un silenzio quasi religioso, cullato dalle onde, Alessandro Baricco comincia il suo romanzo Oceano Mare. Un libro effimero eppure sostanzioso, inconsistente eppure realistico, che intrappola gli intrepidi che vi si avventurano in un idillio sornione. Il protagonista indiscusso è il mare, ma non un mare calmo e piatto, come lo si conosce d'estate, bensì sublime, atavico, poliedrico, che emerge chiaramente in tutta la sua potenza romantica e si erge a giudice implacabile e compagno instancabile. La trama intrecciata dai vari arabeschi stilistici dell'autore si dipana dove non è più terra, ma non ancora mare: nella locanda Almayer, un luogo fiabesco e sospeso nel nulla, nel quale s'intrecciano le storie dei molteplici personaggi, alcuni dei quali al limite del surreale. È un racconto impalpabile dominato dalla forza creatrice e distruttrice della natura e pervaso dalla brezza salmastra dell'oceano e dalla consapevolezza di poter cambiare il mondo volendo ed essendo soltanto e perfettamente se stessi. Eppure, durante la lettura, fra i molti sentimenti che affollano l'animo, si ha anche come la sensazione di non esistere e al contempo di essere finalmente liberi, finalmente vivi.- Che posto è mai questo, dove la gente c'è ma è invisibile, o va avanti e indietro all'infinito, come se avesse l'eternità davanti... - Questa è la riva del mare, Padre Pluche. Né terra, né mare. E' un luogo che non esiste. Oceano Mare, più che come un libro, potrebbe essere descritto come un sogno cristallino, inondato dalla luce fresca di un sole invernale, che con il suo intreccio di storie diverse eppure unite in un'unica armonia, trasporta il lettore in bilico fra la realtà e l'infinito. Una storia unica, onirica, ma reale che, ci insegna cosa davvero vuol dire essere salvi e ci ricorda quanto in realtà la morte sia tanto vicina a noi da mescolarsi indissolubilmente alle nostre vite, fino a creare un tuttuno con esse. #lamiarecensione

Oceano mare hargonge

Laura Landini - 15/02/2017 15:43

voto 5 su 5 5

Oceano mare è un libro profondo che richiama un'atmosfera onirica, quasi magica. I ritmi narrativi sembrano mimare l'ondeggiare dell'acqua: a volte sono lenti, leziosi e delicati, indugiano su descrizioni e dettagli, a volte ricchi di colpi di scena e quasi violenti come un mare in tempesta. Diversi personaggi, piccoli microcosmi con storie contrapposte, incrociano le loro storie in una locanda sul mare. Sono tutte persone in cerca di qualcosa ma accomunati da un velo follia, una follia a volte giustificata dalle loro esperienze che si dipanano durante flashback. Non si tratta di un libro per avere risposte, ma piuttosto per farsi domande. Un libro leggero e scorrevole col dal piglio teatrale, ma, a tratti, misterioso e inquietante proprio come il soggetto da cui trae il titolo.

Oceano mare claudmella

claudmella - 15/02/2017 12:32

voto 2 su 5 2

Una bariccata come poche. Attenzione, non sto svalutando l'autore in sé: alcune opere, per esempio "Emmaus" e "Omero - L'Iliade", le ritengo capaci di oltrepassare la pura dimensione del racconto di una storia per suscitare un'emozione, dare corpo a una suggestione e condividere con il lettore un mondo, entrando non di petto ma silenziosamente, dietro le quinte di diritto nella letteratura contemporanea. Ma altre volte Baricco si rende campione di cialtroneria, immaginando trame circolari, fini a sé stesse e irresponsabilmente nichilistiche, costellate di personaggi senza spessore né sale "City" ne è l'esempio primo. "Oceano Mare", che sconsiglio, segue questa strada: dietro l'onanistico postmodernismo dello stile, non racconta che una storia vacua e pomposamente sentimentale, quasi volesse essere il "Piccolo principe" dell'era liquida. Tra stereotipati personaggi pseudo-onirici (i bambini-folletti magici, il professore da operetta che vuole trovare i confini del mare, la ragazzina malata di ennuì) e trame senza mordente, l'impressione alla fine del libro è di un pastiche di facili motivi ottocenteschi scritto in uno stile inutilmente (e talora fastidiosamente) sperimentale solo per compiacere la brama dell'autore di distinguersi come avanguardista. Ci sono anche dei punti di forza, sia ben chiaro: l'intermezzo splatter della Zattera della Medusa, dirompente nella monotonia del racconto, la tenera figura del religioso, l'intuizione del pittore che riempie le tele di acqua salata per cogliere il mare. Ma l'idea che mi sono fatto è, in definitiva, la stessa che mi trasmettono gli ultimi Pink Floyd: psichedelia depotenziata da scaffale di autogrill. #lamiarecensione

Oceano mare caterina2995

caterina2995 - 15/02/2017 11:38

voto 5 su 5 5

Lo stile, sebbene mi sia sembrato un po' confusionario, mi ha rapito anima e cuore. Ho trovato la lettura molto più semplice se fatta ad alta voce. Le lunghe frasi, tempestate da moltissime virgole, affaticano la mente che rischia di perdere il filo del discorso. Concetti e frasi profonde bastano a dare un senso al tutto anche se non si segue perfettamente il filo narrativo. Il mare inonda le pagine portando con sé il lettore, lo trasportano tra le onde buttandolo sott'acqua quando, di tanto in tanto, rischia di perdersi tra i labirinti infiniti delle metafore e dei pensieri, per poi farlo riaffiorare concedendogli una boccata d'aria fresca. Io vivo a due passi dal mare ma l'ho sempre visto soltanto come un'ampia distesa d'acqua. Dopo aver letto l'opera di Baricco devo ammettere che quando guardo questa "ampia distesa d'acqua" scorgo al suo interno una moltitudine di significati, è come se leggere Oceano Mare mi avesse aperto gli occhi su un qualcosa così vicino alla mia realtà ma allo stesso tempo sconosciuto. Le vicende sono principalmente ambientate nella locanda, un luogo in cui la gente c'è ma è invisibile o va avanti e indietro all'infinito come se avesse l'eternità davanti. "È la riva del mare; né terra, né mare. È un luogo che non esiste." Senza ombra di dubbio, Oceano mare è un libro malinconico e allo stesso tempo molto profondo. È poesia, ti entra dentro e non esce più.Il mare è, come si può vedere dal titolo, la chiave di tutto il libro. È immenso, infinito, onnipotente, saggio e imprevedibile. Incanta, uccide, commuove, spaventa, si traveste da lago, fa ridere, costituisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, ma soprattutto: chiama. In questo libro tutto gira attorno alla figura del mare, ci si chiede dove cominci e dove finisca, per poi arrivare addirittura ad interrogarci su cosa effettivamente sia. Come il mare ha incantato i protagonisti, questo libro ha incantato me e non posso fare a meno di dargli la valutazione massima. #lamiarecensione

Oceano mare fede_rica1

Federica Carbotti - 15/07/2015 10:33

voto 5 su 5 5

incredibile.

Oceano mare cinzia.meneghesso

cinzia.meneghesso - 11/06/2014 15:23

voto 5 su 5 5

Questo libro è molto più di quello che si può riassumere in una trama; è un viaggio alla scoperta di se stessi, della forza del mare e dei sentimenti umani. L'autore usa parole meravigliose, ricercate e la lettura è molto fluida. Consiglio la lettura agli animi sensibili e amanti del mare come elemento in sè.

Oceano mare claudia_21

claudia_21 - 01/05/2014 20:01

voto 5 su 5 5

Un libro stupendo, lo consiglio a tutti.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima